Martedì 26 Settembre 2017

M5s di Forlì, “Gettoni illegittimi, i 96mila euro vanno recuperati e destinati alle scuole”

Domenica 10 Settembre 2017 - Forlì

I Consiglieri Comunali Daniele Vergini e Simone Benini del Movimento 5 Stelle di Forlì intervengono di nuovo sulla vicenda dei gettoni di presenza che a loro parere sono stati illegittimamente erogati, proponendo di recuperare la somma, si tratterebbe di 96mila euro con una retroattività di 10 anni, e di metterla a disposizione di un fondo per la spesa corrente delle scuole.

 

In una nota i due consiglieri precisano che “non sono bastati gli insulti sul piano personale da noi ricevuti durante la discussione in consiglio comunale per aver chiesto semplicemente di ripristinare la legalità, ma come sempre si persevera nel tentare di gettare fumo negli occhi dei forlivesi distorcendo le nostre parole, ed in particolare sono due le parole a noi attribuite che proprio non ci vanno giù: “soldi rubati”, mai è stato detto questo né in consiglio né in comunicati stampa, e chi sostiene il contrario è evidentemente un mistificatore. Noi abbiamo semplicemente chiesto di applicare la Legge vigente, come il Comune avrebbe fatto per qualunque altro cittadino, o forse qualche politicante pensava di essere al di sopra delle leggi nazionali? Questi “pianti” a mezzo stampa sono francamente inaccettabili soprattutto per rispetto di chi magari riceve una cartella di Equitalia e non fa certamente tutte queste storie!”.

 

Inoltre Daniele Vergini e Simone Benini rimarcano che “il dibattito pubblico si dovrebbe più seriamente concentrare su come impiegare questa ingente somma di denaro che sarà recuperata unicamente grazie all’interessamento del M5S, dovrà inevitabilmente essere fatta una variazione di bilancio e noi interrogheremo il sindaco Drei già nel consiglio di martedì per sapere se intende accettare la nostra proposta di impiegare i soldi recuperati in un fondo per la spesa corrente delle scuole”.

 

Infine i due esponenti del M5S precisano che "differentemente da quanto affermato da un ex consigliere noi non abbiamo mai “versato somme al gruppo consiliare” e anzi non abbiamo mai speso nemmeno un euro dei fondi dei gruppi consiliari, ricorrendo sempre per tutte le nostre iniziative politiche all’autofinanziamento dei nostri simpatizzanti senza gravare sul bilancio pubblico. Inoltre restituiremo ovviamente al più presto le somme che sono state richieste anche a noi per i gettoni illegittimamente erogati (e si badi bene: non illegittimamente percepiti da nessuno, non lo abbiamo mai affermato). E avremo cura di informare i cittadini se qualche collega non farà altrettanto.”

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it