Lunedì 18 Dicembre 2017

La maggior esperta al mondo di tumori al colon retto ha tenuto lezione all'ospedale di Forlì

Sabato 2 Dicembre 2017 - Forlì
Mariana Berho (bionda, al centro) al meeting di sabato 2 dicembre all'ospedale di Forlì

Mariana Berho, anatomo-patologa della Cleveland Clinic University di Weston in Florida, si è resa disponibile a far parte di una rete formativa nazionale ed internazionale

La maggior esperta al mondo di tumori al colon retto, Mariana Berho, anatomo-patologa della Cleveland Clinic University di Weston in Florida, ha tenuto una lezione all'ospedale di Forlì sul tumore del retto nella mattinata di sabato 2 dicembre. La professoressa si è resa disponibile a far parte di una rete formativa nazionale ed internazionale coordinata dal dottor Saragoni sulla standardizzazione delle procedure e dei criteri diagnostici.

La professoressa Mariana Berho, anatomo-patologa della Cleveland Clinic University di Weston in Florida, ha tenuto una lezione all'ospedale di Forlì sul tumore del retto nella mattinata di sabato 2 dicembre. L'argomento è di particolare attualità, tanto che il Ministero della Salute ha identificato un gruppo di lavoro multidisciplinare, al quale ha assegnato il compito di definire le linee guida diagnostiche e terapeutiche sul cancro colo-rettale da raccomandare alle reti oncologiche regionali. Il dottor Saragoni, organizzatore dell'evento, in qualità di segretario regionale della Società italiana di Anatomia patologica, è stato scelto per far parte del gruppo di lavoro ministeriale per la stesura delle future linee guida. La scelta è ricaduta sul Saragoni, non solo perché coordinatore nazionale della patologia dell'apparato digerente per la Società di Anatomia Patologica, ma anche perché professionista esperto della patologia gastro-enterica in un centro come quello di Forlì, a forte connotazione oncologica, soprattutto gastroenterologica e ad alto volume di attività.

“Riceviamo un aggiornamento estremamente utile ed accurato - dice il dottor Saragoni - per affrontare la sfida più difficile su un territorio vasto come quello romagnolo, rappresentato dalla standardizzazione delle procedure e dei criteri diagnostici. E' inoltre mia intenzione attivare una rete formativa nazionale ed internazionale, di cui la professoressa Berho si è resa disponibile a far parte, al fine di mantenere i più elevati standard qualitativi nell'ottica della standardizzazione e della diffusione dei gruppi multidisciplinari di patologia”.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it