Domenica 23 Settembre 2018

La colonna sonora rock della vita va in scena al Teatro Testori di Forlì

Domenica 11 Marzo 2018 - Forlì
Revolution Rock è in scena mercoledì 14 marzo al "Testori" di Forlì

Mercoledì 14 marzo, alle 21 sarà protagonista tutta la musica indimenticabile di Revolution Rock: dodici canzoni che aiuteranno a capire l’importanza di questa storia e la sua forza trascinante

La musica indimenticabile di Revolution Rock sarà protagonista mercoledì 14 marzo, alle 21 al Teatro Testori in Via Vespucci 13 a Forlì: dodici classici da Chuck Berry ai Radiohead di e con Francesco Giardinazzo, con il Riot Power Trio composto da Massimo Marches, Francesco Preziosi e Marco Montebelli. Revolution Rock rappresenta un excursus all'interno di tutti i più grandi successi della musica rock.



“Il futuro non è scritto” diceva Joe Strummer, perché il futuro è da suonare e da cantare, e la storia del rock è fatta di questa energia viva e sonora che sa raccontare le cose importanti, i cambiamenti, le ribellioni e i sentimenti delle varie generazioni che questa musica ha attraversato, attraversa e continuerà a percorrere. Mercoledì 14 marzo, alle 21, al Teatro Testori in Via Vespucci 13 a Forlì sarà protagonista la musica indimenticabile di Revolution Rock: un racconto da ascoltare che porterà gli spettatori ad avvicinarsi verso i brani che hanno costituito la storia del rock. Brani che continuano a mescolarsi nelle nuove canzoni, non solo restando fonte d’ispirazione per gli artisti che le hanno realizzate, ma continuando ad essere un punto di riferimento anche per tutti coloro che si confrontano con le nuove scene musicali. Dodici canzoni, quindi, che mescolando fra di loro originalità e invenzione ci aiuteranno a capire l’importanza di questa storia e la sua forza trascinante.

Lo spettacolo, seppur legato al suo antecedente “It's Only Rock and Roll”, propone un differente punto di vista, un taglio diverso nella costruzione della scaletta che lo contraddistingue. "Abbiamo 'montato' una scaletta di brani capace di illustrare, seppure sinteticamente, il cammino evolutivo e creativo del rock, il disseminarsi si idee e stili e modi di scrivere i testi che fossero capaci di rappresentare un’immagine complessiva di questo genere - spiega l'autore e regista Francesco Giardinazzo -. Abbiamo ritenuto opportuno conservare alcune delle tracce precedenti alle quali abbiamo aggiunto nuovi punti di svolta, in modo da dare un quadro più generale che contenga tanto le origini quanto gli sviluppi (anche molto recenti) di questo mondo che è ancora in continua evoluzione. C’è dunque un senso di continuità con quanto fatto nelle precedenti edizioni, ma anche l’inserimento di alcuni punti di svolta che possono portare in altre direzioni".

Revolution Rock rappresenta così un excursus all'interno di tutti i più grandi successi della musica rock, tracce divenute famose proprio grazie alla loro forza rivoluzionaria e alla loro capacità di essere specchio e voce di intere generazioni. Non solo attirerà a sé l'attenzione di coloro che hanno vissuto in prima persona questi anni di grandi cambiamenti, e che probabilmente ne conoscono a memoria l'appassionante colonna sonora, ma sarà capace di incuriosire e coinvolgere anche i più giovani, desiderosi di conoscere le radici e le influenze della musica di oggi. L'ingresso costa 15 euro; 13 per Under 25, Over 65, titolari di Carta del Docente, titolari di Carta Feltrinelli; 10 per studenti universitari e delle scuole superiori; la biglietteria aprirà alle 20.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it