Venerdì 14 Dicembre 2018

P-assaggi di Mare. Numeri positivi per le iniziative nelle Marinerie del FLAG dell’Emilia Romagna

Martedì 4 Dicembre 2018
Immagine di repertorio

E' stata una calda estate quella di P-assaggi di mare, che chiude la sua prima fase con risultati decisamente lusinghieri; oltre 50 iniziative hanno animato le 10 marinerie del FLAG della Costa dell’Emilia-Romagna da Goro a Cattolica, oltre a interessare durante 11 giornate - con la partecipazione di esperti del settore e rappresentanti del FLAG – spazi di primo piano come Fico Italy World a Bologna, L’Enoteca Regionale di Dozza, il Giardino delle Erbe di Casola Valsenio e l’Istituto alberghiero Vergani di Ferrara. 

 

Numeri crescenti e ben al di là delle aspettative quelli del progetto P-Assaggi di Mare che ha interessato le Marinerie della Costa dell’Emilia-Romagna, coinvolgendo cittadini e turisti con lo scopo di far conoscere la biodiversità dei luoghi della pesca e diffondere la cultura della sana alimentazione attraverso i prodotti ittici dell’adriatico. Iniziative promosse a 360° grazie a una fitta campagna radio, a servizi televisivi che hanno documentato alcuni dei tantissimi appuntamenti e incontri che si sono succeduti.

Il risultato sono 1 milione i contatti indiretti, senza tener conto del pubblico presente agli eventi, del passaggio negli IAT dove sono stati esposti i Roll-up e della visibilità data dai 50.000 folder informativi distribuiti lungo la costa in occasione delle iniziative realizzate dal FLAG.

Ecologia e alimentazione: temi attuali e attrattivi portati nelle Marinerie da tante iniziative distribuite in maniera capillare e dedicate non solo a chi abita la costa ma anche ai numerosi turisti che, tra aspetti ludici e formativi, sono stati sensibilizzati sulla salute del mare e dei suoi prodotti. Ma non solo, anche cultura e tradizione grazie alle visite guidate nei centri storici e nei musei per scoprire il cuore dei luoghi dove nasce la pesca lungo la costa emiliano-romagnola.

Molto apprezzati sono stati i laboratori didattici per bambini mirati a sensibilizzare sui temi ambientali e orientare gli adulti verso scelte più consapevoli. E poi, nemmeno a dirlo, il grande successo delle degustazioni e dello show-cooking tra i profumi dei piatti della tradizione rivisitati in chiave moderna, e l’utilizzo di specie cosiddette “povere”, che hanno saputo incuriosire e deliziare il palato.

E poi gli incontri; dibattiti e confronti in cui sono stati tracciati possibili percorsi di facilitazione dei consumi di pesce fresco e di allevamento dell’area Costa Adriatica Emilia-Romagna attraverso iniziative di miglioramento della logistica e di avvicinamento al pubblico. Tra le ipotesi emerse l’importante possibilità di aprire un tavolo di lavoro per la realizzazione di un Hub del pesce della Costa Adriatica Emilia-Romagna presso il CAAB di Bologna.

Gli eventi informativi organizzati nei mesi estivi nelle Marinerie della Costa dell’Emilia-Romagna, che hanno consentito di far conoscere ai cittadini e turisti la biodiversità dei nostri luoghi della pesca, il mare, le valli e le lagune, e a diffondere la cultura della sana alimentazione con i prodotti ittici dell’adriatico, coinvolgendo direttamente i pescatori e chi opera nel mondo della pesca e all’acquacoltura, continueranno nei mesi invernali fino a giugno spostandosi nelle scuole della Costa dell’Emilia-Romagna e coinvolgeranno oltre 1.750 studenti con circa 70 classi.

Un progetto nato dal FLAG che ha coinvolto gli operatori provenienti dal mondo della pesca e dell’itticoltura, i cittadini e i turisti per richiamare in mille modi l’attenzione e l’importanza delle Marinerie della Costa Adriatica e la conoscenza dei loro preziosi prodotti.

Il calendario completo con i dettagli di tutti gli appuntamenti è disponibile al sito http://www.flag-costaemiliaromagna.it/p-assaggi-di-mare/

 

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it