Venerdì 14 Dicembre 2018

Traffico Forlì. Tra dieci anni -15% auto e +20% bici, con investimento di 67,5 milioni

Martedì 4 Dicembre 2018 - Forlì
La presentazione del Piano urbano della mobilità sostenibile a Forlì

Piano urbano della mobilità sostenibile con 9 strategie: +15% sui bus, +33% a piedi, e cresce la Ztl

Nove strategie da mettere in campo nei prossimi 10 anni per un investimento complessivo di 67,5 milioni di euro, tra fondi propri, regionali e statali, delle quali cinque-sei gia' in tasca e attuate. La giunta del Comune di Forli', nei suoi ultimi mesi di mandato, adotta il Piano urbano della mobilita' sostenibile, Pums, a conferma, sottolinea il sindaco Davide Drei alla stampa, che "lavoriamo per i forlivesi chiunque li amministri" a partire dalla prossima primavera.

"Potevamo pensare ad altro, invece lavoriamo per la citta'", gli fa eco l'assessore alla Mobilita', Marco Ravaioli. Alla base del Pums, e dei collegati aggiornamenti dei Piano generale del traffico urbano e Centro storico, rimarca il primo cittadino, c'e' "un lungo processo di elaborazione e definizione", con tanto di analisi dei flussi di traffico e della incidentalita'.

Il Comitato di valutazione del rischio stradale si e' riunito 53 volte, effettuando 16 sopralluoghi nei quartieri. Al suo interno, entra nel dettaglio l'assessore Ravaioli, non ci sono progetti esecutivi ma "linee di indirizzo, il perche' si fanno le cose". Con i traguardi da raggiungere: abbattimento di quasi il 15% dell'utilizzo delle auto, in favore di bicicletta, su del 20%; tpl; su del 15,6%; pedoni, 33%; e altri mezzi, 24,6%.
Le aree pedonali passeranno da 27.000 metri quadrati a 31.800; le ztl da 312.000 metri quadrati a 426.000; le zone 30 chilometri-orari aumenteranno dell'82%; mentre le piste ciclabili del 90%, da 102 a 192 chilometri. L'investimento da 67,5 milioni di euro ne prevede, tra gli altri, 14 per la riqualificazione; 15,2 per la sicurezza; 2,2 per la sosta; 5,9 per il tpl; 20,5 per la ciclabilita'; 7,2 per le pedonalizzazioni.

 

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it