Martedì 19 Marzo 2019

Scuole. Al via a Forlimpopoli il progetto contro lo spreco alimentare

Mercoledì 9 Gennaio 2019 - Forlimpopoli
Gli avanzi della mensa scolastica a Forlimpopoli vengono recuperati e utilizzati per nutrire gli ospiti del gattile comunale

Ogni giorno circa 250 bambini usufruiscono della mensa scolastica e dal 7 gennaio il cibo avanzato, raccolto in appositi contenitori, viene ritirato quotidianamente dai volontari dell’associazione Qua la Zampa e utilizzato per nutrire gli ospiti del gattile comunale

Forlimpopoli, città Artusiana, città del buon cibo ma anche attenta agli sprechi alimentari. Da sempre i bambini di Forlimpopoli possono usufruire alla mensa scolastica di pasti preparati nella cucina comunale, con prodotti biologici del territorio. Gli avanzi delle mense, non potendo essere recuperati, finivano però fino ad oggi nel bidone dell’organico. Con il rientro a scuola dopo le vacanze natalizie, parte invece a Forlimpopoli il progetto di lotta allo spreco alimentare che vede coinvolta l’Amministrazione Comunale, l’Istituto Comprensivo Rosetti e il gattile di Forlimpopoli, gestito dai volontari dell’associazione “Qua la Zampa”.

Ogni giorno circa 250 bambini usufruiscono della mensa scolastica e dal 7 gennaio il cibo avanzato, raccolto in appositi contenitori, viene ritirato quotidianamente dai volontari e utilizzato per nutrire gli ospiti del gattile comunale.

Questo grazie al protocollo operativo sottoscritto dal Comune con i volontari dell’Associazione Qua la Zampa e con la cooperativa Formula Servizi che si occupa della distribuzione dei pasti nelle mense scolastiche.

"Il tema della riduzione dello spreco alimentare è un tema attualissimo nella società contemporanea, che ha implicazioni non solo legate alla riduzione dei rifiuti, ma anche all’etica, alla giustizia sociale, alla corretta alimentazione, alla sostenibilità del pianeta - sottolinea Gian Matteo Peperoni, assessore comunale Ambiente e Sport - Partire con piccoli gesti dal mondo della scuola è sopratutto utile per coinvolgere e sensibilizzare i bambini di oggi, che saranno gli uomini di domani. Un plauso da parte dell'amministrazione va anche agli uffici comunali Ambiente e Scuola che hanno lavorato per la stesura del progetto e la firma del protocollo".

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it