Domenica 19 Maggio 2019

All'Area Sismica di Forlì HaikuFestival con Antongirolami & Selva e Peter Evans

Martedì 5 Marzo 2019 - Forlì

Domenica 10 marzo 2019, dalle 18, si terrà l'HaikuFestival all'Area Sismica di Forlì con i concerti di Selva & Antongirolami e Peter Evans. A seguire degustazione di vini naturali a cura di La Canonica di Casteldimezzo (PU). Ingresso 15 euro.


Selva & Antongirolami (Ita): Gianpaolo Antongirolami e Michele Selva sassofoni.

Programma musicale: J. Saunders (1972) – eight panels (2012) C. Fox (1955) – stone.wind.rain.sun4 (1989) S. Hayden (1968) – frammenti di divenire (2018) (world premiere) J. Erber (1951) – Crai (2013-2016) Questo concerto verterà su di un programma tutto british, che propone un percorso nelle forme e negli stili più diversi dell’attuale scena compositiva internazionale. Dalla open form di James Saunders, rappresentata da questa partitura scarna che lascia ampi margini di scelta agli interpreti, alla composizione in stile minimalista ed evocativa di Christofer Fox, fino alle opere appartenenti alla corrente della new complexity e scritte appositamente per il duo Antongirolami-Selva da James Erber e da Sam Hayden, di cui verrà presentata una prima esecuzione assoluta.

Concertista e docente presso l’Istituto Musicale Sammarinese, Michele Selva è attento soprattutto agli sviluppi della musica del Novecento e contemporanea ha partecipato a diverse prime esecuzioni, anche dedicate, di fondamentali compositori italiani e internazionali, tra le numerose collaborazioni ricordiamo quelle con S. Bussotti, G. Cappelli, A. Guarnieri, L. de Pablo, G. Pape. Tiene recital, concerti e masterclass presso le più importanti istituzioni in Italia e in Europa, quali, tra gli altri Festival Angelica, Emufest-Roma, Eterotopie, Biennale di Venezia, Goldmisths University of London, Trinity Laban College, Oh-Ton Festival, Goteborg Art Sound, Forfest Festival, Winter Festival.

Gianpaolo Antongirolami, sassofonista di formazione accademica e titolare della cattedra di sassofono presso il Conservatorio di Perugia, è dedicatario di numerose composizioni e costantemente invitato a suonare nei più rinomati festival specialistici quali Festival Synthese di Bourges, CIM – Colloquio di Informatica Musicale (Firenze, Udine, Cagliari), Nachtstrom (Basilea), Exnovo Musica (Venezia), InterActions (Bangor – UK), ZKM (Karlsruhe – D), ecc. Suona in varie formazioni cameristiche collaborando con musicisti quali Terry Riley, Butch Morris, Stefano Scodanibbio, Giancarlo Schiaffini, Mike Svoboda, Garth Knox, Manuel Zurria, Walter Prati, Michele Lomuto, Daniele Roccato, Claudio Lugo, Horacio Vaggione, Alvise Vidolin. Ha eseguito oltre 80 prime esecuzioni assolute.

A seguire Peter Evans (Usa) alla tromba. Ritenuto "inspiegabileI il virtuosismo di Evans, la capacità del nostro di interpretare tutte le tensioni del presente è dovuta alla sua sensibilità di improvvisatore. Ipercinetico e conteso da tutti i più grandi della musica attuale, è in solo che emergono tutte le sue doti sovrannaturali ed è il suo solo che è stato fortemente voluto da Area Sismica, dopo la performance di 6 anni fa con i Zebulon Trio. Trasferitosi a New York nel 2003, Evans ne diventa immediatamente il protagonista della scena musicale, collaborando con personalità quali John Zorn, Tyshawn Sorey, Joe McPhee, Ingrid Laubrock, Jim Black, Nate Wooley e tantissimi altri. Fonda i Pulverize the Sound con Mike Pride e Tim Dahl e i Rocket Science con Evan Parker, Craig Taborn e Sam Pluta. Come compositore ha ricevuto commissioni dalla International Contemporary Ensemble (ICE), Yarn/Wire, dal Donaueschingen Musiktage Festival, dalla Jerome Foundation’s Emerging Artist Program e dalla Doris Duke Foundation. Nel 2011 ha fondato l’etichetta discografica More is More Records.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it