Mercoledì 19 Giugno 2019

Sanità. Galeazzo Bignami (FI): “Ginecologia in emergenza, serve più personale”

Martedì 11 Giugno 2019 - Forlì

Le criticità del reparto di Ginecologia dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì sono all’attenzione del deputato di Forza Italia Galeazzo Bignami, che ha già sollecitato la presentazione di un atto ispettivo in Regione da parte del Gruppo azzuro. 

“Da quanto a conoscenza del sottoscritto sarebbero infatti solo sei i medici disponibili per coprire il servizio h24 della Ostetricia e della Ginecologia: due medici per il turno del mattino, un Medico per il turno del pomeriggio orario 14/20 più un medico reperibile sempre dalle ore 14/20, un medico per il turno notturno ore 20/8 con smonto e riposo e un Medico del mattino reperibile di notte. Una situazione che evidenzierebbe importanti criticità tra cui la non conformità alle disposizioni relative agli orari di lavoro, con superamento delle 48 ore a settimana, alla pronta disponibilità, al diritto alle ferie programmate, oltre che problemi legati a un potenziale rischio clinico sia per il medico che per la paziente e al rischio di chiusura delle attività ambulatoriali e di sala. Situazione che comporterebbe difficoltà per tutte le pazienti oncologiche in lista per intervento e criticità nel garantire la sicurezza per le donne in gravidanza con patologia (cosiddette a rischio) seguite negli ambulatori protetti. Si potrebbe, tra l’altro, verificare anche il blocco del trattamento delle coppie sterili in procinto di iniziare trattamenti dopo una lunga attesa e dopo aver sostenuto esami molto costosi soggetti a scadenza oltre che la mancata copertura del trasferimento in utero dei neonati pretermine (progetto regionale Stam) e sospensione dell’attività di Pronto Soccorso Ostetrico con 3000 accessi circa in più all’anno che dovranno ricadere sul P.S generale”. “Chiediamo dunque alla Regione di attivarsi tempestivamente al fine di sanare criticità per la cui risoluzione non si può più attendere”, conclude.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it