Quantcast

Chiusura distaccamento Polstrada a Rocca San Casciano, il sindaco: “Un errore contro cui mi batterò”

Ferma presa di posizione di Rosaria Tassinari contro l'intenzione del Ministero dell'Interno: "Ho chiesto al Prefetto un comitato urgente ad hoc e sono pronta a coinvolgere tutte le forze politiche e sindacali e i rappresentanti politici del territorio in Parlamento"

Più informazioni su

Una decisione sbagliata contro la quale “mi batterò”. E’ la ferma presa di posizione di Rosaria Tassinari, sindaco di Rocca San Casciano, riguardo alla ventilata chiusura del distaccamento della polizia stradale nella cittadina dell’appennino forlivese. Il primo cittadino ha affidato a un lungo comunicato il proprio giudizio sulla questione.

“Ieri sera ho ricevuto una telefonata dal prefetto”, Fulvio Rocco de Marinis, “con la quale mi è stata comunicata la decisione del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno di chiusura a fine anno del Distaccamento della Polizia Stradale di Rocca S.Casciano – scrive Rosaria Tassinari -. Ho poi saputo con mio profondo rammarico che nella seduta di venerdì scorso in sede di comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica tale argomento è stato trattato senza che l’amministrazione comunale che io rappresento fosse stata invitata formalmente come previsto dalla legge 121/81 che obbliga a ciò il Prefetto, atteso che tale argomento riguarda l’ambito del comune che rappresento”.
Quindi, prosegue il sindaco, “tale atteggiamento configura una inopportunità istituzionale nonché una grave mortificazione dei territori dell’intera vallata che verrebbero privati del più numeroso presidio di polizia. Tale circostanza rende ancora più incomprensibile una decisione che dal lato economico non trova alcun fondamento se rapportato a quello che lo Stato dovrà corrispondere ai nove dipendenti che verranno trasferiti in altri uffici della provincia”.
Pertanto, prosegue la nota, “ho avanzato una formale richiesta al prefetto per un comitato urgente ad hoc con tutte le forze di polizia della provincia ed i vertici provinciali e regionali della Polizia Stradale e che coinvolga anche i rappresentanti dei territori interessati per discutere a fondo sull’argomento al fine di scongiurare tale sciagurata chiusura. Il mio impegno comunque – conclude Tassinari – in difetto di una soluzione positiva non si fermerà qui: sono pronta a coinvolgere ed appellarmi a tutte le forze politiche e sindacali ed ai rappresentanti politici del territorio in Parlamento”. 

Più informazioni su