Conferiti due encomi nella sede del Comando provinciale dei Carabinieri di Forli-Cesena

I riconoscimenti sono stati dati dal Comandante della Legione Carabinieri Emilia Romagna al Maresciallo Ordinario Daniele Maiocco e all'Appuntato Scelto Denny Adami

Più informazioni su

Nella mattinata odierna, presso la Caserma Lombardini, sede del Comando provinciale dei Carabinieri di Forlì – Cesena, il Comandante Provinciale Colonnello Luca Politi ha consegnato a due militari, in forza a reparti dipendenti, un encomio semplice, concesso dal Comandante della Legione Carabinieri Emilia Romagna di Bologna, poiché distintisi in meritorie attività di servizio. 

Maresciallo Ordinario Daniele Maiocco, in servizio presso la Stazione carabinieri di Verghereto (FC) che, nella serata del 30.06.2014, unitamente ad altro militare della stessa Stazione dell’Arma, nel frattempo trasferito ad altro reparto, era intervenuto in località Valgianna del Comune di Bagno di Romagna (FC) per intraprendere le ricerche di una persona anziana dispersa. La richiesta di intervento era pervenuta tramite il numero di emergenza “112” del Comando Provinciale CC di Ravenna, da parte della figlia di un uomo di 84 anni, già sofferente di diabete ed insulinodipendente che, colpito da un improvviso malore mentre cercava funghi in quella zona e non riuscendo a fare ritorno a casa, le aveva chiesto aiuto, senza tuttavia riuscire a fornire utili indicazioni sulla sua posizione per l’improvvisa interruzione della comunicazione. Nella circostanza, i militari, giunti sul luogo, dopo aver contattato i presenti, che intanto avevano già iniziato le ricerche, ed aver acquisito ulteriori elementi sulle condizioni di salute del disperso e sugli itinerari solitamente percorsi per la ricerca di funghi, decidevano, prima di iniziare le ricerche, di allertare il punto di soccorso dell’ospedale civile Angioloni di San Piero in Bagno, richiedendo, a guadagno di tempo, l’immediato intervento di personale sanitario. Nel corso delle ricerche, i militari riuscivano ad individuare le tracce del calpestio dell’erba lasciate dal passaggio di una persona e, dopo aver risalito a piedi il pendio, dopo circa 30 minuti di cammino, il Maresciallo rinveniva dietro un cespuglio alle successive ore 19.30 circa il disperso, riverso a terra ed ormai privo di sensi. Immediatamente soccorso dal personale sanitario, fatto avvicinare preventivamente, si accertava che l’anziano era stato colpito da un improvviso calo glicemico dovuto alla malattia sofferta e subito sottoposto alle cure del caso presso l’ospedale civile Bufalini di Cesena per gli ulteriori accertamenti.

Appuntato Scelto Denny Adami, in servizio presso il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia CC di Cesenatico che alle ore 06.20 del giorno 20 maggio 2015, su segnalazione della Centrale Operativa della Compagnia CC di Cesenatico, era intervenuto unitamente ad altro militare, nel frattempo trasferito ad altro reparto, in via Del Porto di Cesenatico, ove era stata segnalata la presenza di una persona in difficoltà nei pressi della scogliera posta all’estremità del molo. I militari, giunti sul luogo indicato, notavano la presenza di un uomo in stato confusionale, riverso in acqua ed incastrato tra gli scogli, che continuava ad ingerire acqua salmastra. Senza attendere oltre, i suddetti si calavano dal molo sulla scogliera sottostante riuscendo a liberare il malcapitato e a trarlo in salvo. Subito dopo riuscivano ad issarlo sulla banchina del molo e, una volta adagiato a terra, iniziavano a praticargli le manovre di primo soccorso, in attesa dell’arrivo del personale del 118 per il successivo ricovero all’ ospedale Bufalini di Cesena. A seguito di accertamenti emergeva che il predetto nella stessa mattinata aveva lasciato in casa un breve manoscritto in cui esternava propositi suicidi.

Più informazioni su