Università. Al Campus di Forlì si parla di Studi femminili col sostegno di Zonta International

Più informazioni su

Si svolgerà domani, lunedì 4 marzo, nell’Aula Magna della Scuola di Ingegneria del Campus di Forlì (Via Fontanelle, 40 – Forlì), alle 11, l’incontro dedicato al sostegno e alla promozione degli studi femminili. Un evento per presentare le diverse borse di studio e i premi di laurea offerti da Zonta International, organizzazione la cui missione principale è il miglioramento della qualità della vita delle donne. 

 

Zonta International

Presente in 67 paesi, le sue 30.000 socie costituiscono una rete internazionale di professioniste e donne in carriera che dedicano tempo e talento a progetti internazionali e nella loro comunità locale per l’emancipazione femminile, lo Zonta Club International è riconosciuto in Italia a livello governativo come associazione attiva ed è presente nel Comitato per le Pari Opportunità del Ministero del Lavoro che promuove e difende il lavoro femminile, per la tutela del ruolo delle donne.

 

Interverranno: l’Ing. Fernanda Gallo Freschi, Governor del Distretto 28 (Italia, Germania, Svizzera tedesca, Liechtenstein, Repubblica Ceca, Turchia), l’Ing. Daniela Pedrini, Presidente e-Club Italy, la Prof.ssa Maria Vittoria Salvetti, Professoressa Ordinaria di Fluidodinamica presso l’Università di Pisa, e in qualità di delegata dal Rettore la Prof.ssa Benedetta Siboni, Presidente del Comitato unico di garanzia per le pari opportunità-CUG, Università di Bologna. Durante l’evento verrà consegnato il premio Amelia Earhart 2018 alla dott.ssa Lucia Mascotelli per le sue ricerche sperimentali nel campo della turbolenza di parete ad alto numero di Reynolds effettuate presso il laboratorio CICLoPE a Predappio. Laureata all’Università di Bologna e con un Master al Politecnico di Milano, la dott.ssa Mascotelli frequenta il terzo e ultimo anno del corso di Dottorato in Meccanica e Scienze Avanzate dell’Ingegneria dell’Università di Bologna, sotto la supervisione del Prof. Talamelli e del Prof. Bellani.

 

Il premio, intitolato alla famosa aviatrice americana scomparsa all’età di 40 anni presso l’isola di Howland nel tentativo di circumnavigare il globo da oriente ad occidente, viene concesso a giovanissime studentesse di dottorato che si distinguono al mondo nel campo dell’ingegneria o delle scienze aerospaziali. Il prestigioso riconoscimento è accompagnato da un assegno di 10.000$ che contribuisce a rendere la competizione estremamente selettiva.

Più informazioni su