Meldola. Parte lo sportello di ascolto per i cittadini: inaugurato dal sindaco Roberto Cavallucci

Attivato dall'associazione culturale di volontariato Etica&Mente: affronterà ogni tipo di esigenza, di natura amministrativa, legale, soprusi e ingiustizie con raccolta firme e, all'occorrenza, l'attivazione di Comitati

Più informazioni su

Per la prima volta dopo la sua elezione il sindaco di Meldola, Roberto Cavallucci, taglia il nastro per l’inaugurazione dello sportello di ascolto attivato dall’associazione culturale di volontariato Etica&Mente. L’iniziativa prevede la prima consulenza gratuita. Chi si rivolgerà allo sportello avrà la possibilità di essere ascoltato e indirizzato ad esperti che fanno parte dell’associazione, già operativa nel territorio da tre anni. 

“E’ un servizio importante – spega il sindaco Cavallucci – perché permette a noi amministratori di collaborare coi volontari e i cittadini nel tentativo di risolvere problemi che non sempre sono così evidenti a chi governa. Da parte nostra ci sarà sostegno e collaborazione ringraziando chi si farà carico poi di farci pervenire le informazioni”.

Da tempo i meldolesi hanno individuato l’ufficio di piazza Orsini al civico 10. “Una delle prime iniziative è stata la raccolta di oltre 600 firme per avere un incontro con gli ex amministratori di centro destra e la direzione di Alea, nel teatro Dragoni – spiega Laura Stradaroli, vice presidente di Etica&Mente – dopo l’amara sorpresa del porta a porta di cui i cittadini sono stati messi a conoscenza solo dopo la firma dell’appalto fino al 2030. La gente ha capito che l’unione fa la forza e che utilizzando le vie della trasparenza e della legalità i cittadini possono far sentire la loro voce”.

Un’altra iniziativa dell’associazione, che si è conclusa positivamente, è la raccolta fondi per acquistare il materiale rubato in aprile alle scuole elementari Edmondo de Amicis a Meldola. “I ladri avevano sottratto materiale scolastico per il valore di 12mila euro – racconta Stradaroli – e abbiamo poi scoperto che nulla era assicurato. Quindi grazie alla solidarietà e generosità dei meldolesi e anche di qualche famiglia di amici forlivesi, abbiamo raccolto un importo dignitoso da cui poter partire per l’acquisto dei tablet sottratti ai bimbi dislessici e disgrafici. La settimana scorsa abbiamo fatto il bonifico all’istituto comprensivo come indicato dalla dirigente”.

Il nuovo sportello di ascolto sarà disponibile dal lunedì al venerdì, al mattino dalle 10 alle 12 e affronterà ogni tipo di esigenza, di natura amministrativa, legale, soprusi e ingiustizie con raccolta firme e, all’occorrenza, l’attivazione di Comitati.

Info: 0543 491095.

Più informazioni su