Giorgio Conte alla Rocca di Modigliana per la rassegna Strade Blu

Più informazioni su

Approda a Modigliana, sotto le antiche vestigia della Rocca dei Conti Guidi, lo “Sconfinando Tour” di Giorgio Conte, artista eclettico – parallelamente all’attività di autore e chansonnier, è anche pittore, attore, scrittore – artista internazionale (da più di 25 anni su palcoscenici italiani, svizzeri, francesi, austriaci, tedeschi, olandesi, spagnoli e canadesi), dallo stile unico ed inconfondibile, capace di emozionare, coinvolgere.

Sconfinando – il 13° album di Conte, registrato con l’Orchestra Sinfonica “Duchessa di Parma” per la produzione artistica del M° Alessandro Nidi e quella esecutiva di Toni Verona per Ala Bianca (distribuzione Warner) – è un itinerario musicale che parte daDeborah, brano di Conte del ’68, interpretato da Mina e Fausto Leali, per approdare all’oggi, con altri brani del suo grande repertorio di autore (che ha scritto, tra i tanti, perOrnella Vanoni, il Clan Celentano, Loretta Goggi, Rossana Casale e Francesco Baccini) rivisitati in chiave sinfonica e brani inediti. Un viaggio musicale, condito di qualche aneddoto e racconto, all’insegna della grande musica, oltre ogni moda.

Le parole sono, per lui, non solo “ferri del mestiere” di chansonnier ma anche, se non soprattutto, “strumenti” di quella ispirata giocosità e sagace leggerezza che lo contraddistingue.

La stampa lo ha definito “umorista che sa commuovere ed intellettuale che strizza l’occhio alle persone comuni”; ed il suo motto dice molto (se non tutto) del suo modo di essere: “… e continuo la mia vita al gusto di tutto …”.

LINE UP:

GIORGIO CONTE (voce e chitarra)
Alessandro Nidi (pianoforte)
Alberto Parone (batteria e basso vocale)
Bati Bertolio (fisarmonica e vibrandoneon)

Più informazioni su