Quantcast

Ragni (FI): “I commercianti condividono la norma. Bisogna combattere l’abuso di alcol”

Più informazioni su

“Sono strumentali le critiche del centrosinistra  all’ordinanza cosiddetta ‘anti alcol’ emanata dal sindaco di Forlì, Zattini.  Critiche strumentali perché tradiscono innanzitutto lo spirito della norma ampiamente compreso e condiviso dagli esercenti dei pubblici esercizi, ovvero: combattere i disagi dei nostri tempi, come l’abuso di alcol, e porre un argine al degrado urbano. E su queste due emergenze sempre la sinistra  finge di dimenticarsi che quando amministrava Forlì nulla ha fatto, tollerando l’intollerabile in tema di sicurezza e degrado urbano, senza mai far valere l’articolo 19 del regolamento di polizia urbana che risale al 1964” afferma Fabrizio Ragni, coordinatore comunale di Forza Italia e responsabile regionale del dipartimento sicurezza di Forza Italia.

“In questa fase, in questo periodo sperimentale di 90 giorni – prosegue Ragni – nei quali l’ordinanza ha corso di validità nelle aree pubbliche del centro storico vi sarà spazio per modulare ‘cum grano salis’ le misure  messe in campo, raccogliendo eventualmente modifiche che i rappresentanti del commercio vorranno suggerire. Buttarla in polemica davvero non ha senso”.

“Vi ricordate la nostra battaglia contro l’abbandono di bottiglie in vetro – puntualizza il consigliere –  e lattine al chiostro di San Mercuriale? Ora, finalmente, l’amministrazione di centrodestra prova a porre rimedio a questa doppia piaga. E’ innegabile infatti che la città abbia bisogno di una serie di accorgimenti in tema di lotta al degrado , al vandalismo ed ai comportamenti antisociali esplosi soprattutto in centro storico. Siamo sicuri, inoltre,  che questa amministrazione saprà fare tesoro degli accorgimenti , delle istanze e delle esperienze di chi tutti i giorni vive e lavora sul campo.  Al contempo, si potrebbe cogliere l’occasione per aprire un ampio dibattito sugli  orari di  somministrazione degli alcolici, sugli spazi di socializzazione dei giovani e sulle misure da adottare per arginare il disagio giovanile”.

“Il nostro partito, da sempre , è vicino alle istanze dei commercianti, e sempre saremo dalla parte di chi lavora e di chi concorre al bene comune. Saremo i primi a salvaguardare lo spirito dell’ordinanza e troviamo surreale che vi sia chi finge che a  Forlì – come azzarda la sinistra – non sia mai esistito il problema dell’uso e dell’ abuso di sostanze, non soltanto alcoliche, e del degrado urbano e sociale  che ne consegue da comportamenti alterati. Questa sì: è follia politica” termina Fabrizio Ragni.

Più informazioni su