Maltempo, la linea di Coldiretti: “I danni si limitano con prevenzione”

Più informazioni su

Cinque milioni di euro nella sola provincia di Bologna, un milione nel modenese. E’ questa la prima stima, secondo Coldiretti Emilia Romagna, dei danni causati nella zona di Budrio e in provincia di Modena dall’eccezionale ondata di maltempo che ha investito l’Emilia Romagna fra la fine della scorsa settimana e l’inizio di questa.

800 ettari di terreno coltivato completamente sommersi, più danni alle strutture, alle macchina, a strade e ferrovie. Circa 300 le persone evacuate.

“È una situazione imputabile a condizioni che ormai non posso non più venire considerate eccezionali”, commenta Coldiretti Emilia Romagna. “Assistiamo ancora una volta alle conseguenze della somma di cambiamenti climatici – continua la Coldiretti regionale – con piogge estremamente irregolari e abbondanti che vanno ad abbattersi su argini indeboliti e resi fragili da animali come le nutrie che scavano le proprie tane proprio negli argini, in corrispondenza con i punti cui purtroppo hanno ceduto in questi giorni”.

Maltempo_Cervia_2agosto

Questo comporta che la manutenzione ordinaria non è più sufficiente, di fronte a una situazione ormai radicalmente cambiata – continua Coldiretti Emilia Romagna – sia per quanto riguarda le precipitazioni atmosferiche sia a proposito dell’impatto di animali come le nutrie che da sempre danneggiano gli argini dei nostri fiumi, ma delle quali va registrato un aumento significativo negli ultimi anni.

Auspichiamo – conclude Coldiretti Emilia Romagna – che la Regione si faccia parte attiva presso il Governo per sbloccare i fondi già oggi stanziati per la prevenzione in modo da poter attuare al più presto un piano straordinario di ripristino e prevenzione che permetta al comparto agricolo di operare in sicurezza ed evitare gravi perdite come quelle patite in questi giorni”.

Più informazioni su