Quantcast

5mila sardine in piazza Saffi: riuscitissimo il flashmob “Forlì si slega”

Più informazioni su

Un sogno per Forlì quello di vedere 5000 persone in piazza per le Sardine, giovedì 12 dicembre, per manifestare il proprio dissenso alla politica salviniana. La città dove sei mesi fa è stata eletta una giunta a traino leghista scende in piazza con lo slogan “Forlì S-legati”, anzichè “non si Lega”. Tantissimi giovani e volti che da tanto tempo non si vedevano più in piazza Saffi, un vero ritorno di chi forse da troppo tempo non era più sceso in piazza per  motivi politici. Tra i diversi ragazzi che sono intervenuti con il megafono ilsi segnala il ricordo di una giovane donna dedicato ai 50anni dalla strage di Piazza Fontana. Le parole sono state dure, nessuno sconto a chi ha usato la parola “liberare l’Emilia Romagna” in campagna elettorale, infatti la giovane dopo aver ricordato la strage di Piazza Fontana ha ricordato la nostra Liberazione e le tante lotte che ci sono state “noi siamo persone libere che vivono in un paese democratico, e dobbiamo ringraziare chi ha sacrificato la propria vita per permetterci oggi di vivere così. Ricordiamo più spesso chi siamo e cosa ci è costato esserlo.” Non si è mancato di ironizzare su chi dice che le Sardine sono comparse studiate “Siete tutte comparse? vorrebbero che fossimo così! Dicono che il nostro pensiero è minoritario! Ma il loro problema è che quel consenso dato ormai come sicuro, si è sgretolato davanti alle tante persone che hanno riempito le piazze! Una cosa che uno è manipolabile come il web, come Internet come un troll.” Il giovane ha poi aggiunto “Si può fare politica senza fare campagna elettorale tutti i giorni. Questa è un terra che rispetta la diversità, questa é una terra che riesce ad unire! Questa è una regione che non ha mai avuto bisogno di dire che è migliore delle altre”. Una piazza ricca di contenuti oltre che di persone, un successo per una città come Forlì, dove la partecipazione è da tempo debolissima, e dove la politica da tempo non è riuscita ad avvicinare i cittadini. Dove lo stesso Salvini portò il 4 giungo scorso, nell’ultimo comizio sul palco pre elezioni comunali, solo 2mila persone; neanche la metà delle Sardine. Ricordiamo che Piazza Saffi a Forlì nella storia è stata riempita solo per i comizi di Mussolini, di Togliatti, e per la venuta di Papa Giovanni. C’era anche il leader del movimento nato a Bologna, Mattia Santori, che si è fatto fotografare con i presenti e ha incitato la piazza dal palco, assieme agli organizzatori locali tra i quali Nakia Gardini, 38enne forlivese.

Generico dicembre 2019

Più informazioni su