Forlì. Il benessere psico-fisico degli insegnanti al centro di un programma di formazione

Rigenerare la scuola, prendersi cura del benessere degli insegnanti, fornire ai docenti strumenti nuovi, pratici, dai risultati misurabili per la gestione delle classi e per risvegliare negli studenti la motivazione ad imparare. E’ lo scopo del programma Creative Genesis-Longevity Energetic Kids® “adottato” in queste settimane da alcune scuole-capofila di Forlì con il patrocinio dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune, prima città dell’Emilia-Romagna a far partire, presso la primaria Saffi, un corso di questa nuova formazione specifica per gli insegnanti, seguendo la scia del Veneto dove questa metodologia didattica innovativa è già applicata nelle scuole da quasi un decennio da decine di docenti, con ottimi risultati e interesse crescente grazie all’effetto-passaparola.
L’accoglienza delle insegnanti è stata molto positiva. Si tratta di un progetto dalla forte cifra innovativa, riconosciuto dall’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna, che il Comune e gruppi di docenti di Forlì e del territorio, ciascuno per la propria parte di competenza, stanno portando avanti su più piani: formativi, didattici, di monitoraggio e studio. Un’esperienza apripista a tutti gli effetti che coglie l’urgenza di dare risposte alle necessità di welfare per gli insegnanti e al tempo stesso di dotare gli organici di nuove risorse e strategie mirate a un autentico “star bene” a scuola.
“Il personale che opera nei contesti educativi e scolastici svolge una funzione fondamentale per la formazione delle nuove generazioni  – afferma l’Assessore alle Politiche educative Paola Casara – e pertanto l’attenzione a garantire agli insegnanti e agli educatori condizioni lavorative positive e favorevoli, anche di benessere psicofisico, rappresenta un’azione concreta a sostegno della qualità del sistema formativo”.
Perno del progetto è il primo corso di formazione per insegnanti delle scuole dell’Infanzia, Primaria, Secondaria di primo e secondo grado che è in via di realizzazione alla scuola primaria Aurelio Saffi dell’Istituto comprensivo n.6 “Silvio Zavatti” retto dalla Dirigente Dott.ssa Catia Palli. Il percorso terminerà in primavera. Per i prossimi mesi sono stati richiesti e sono in cantiere nuovi corsi di formazione con il coinvolgimento di altri docenti e istituti scolastici emiliano-romagnoli. Completata la fase della formazione il progetto prevede una fase di osservazione e studio delle ricadute.

Il metodo

Cos’è di preciso Creative Genesis®? E’ un metodo basato su un sistema originale e unico di esercizi (Longevity Energetic Kids®) e forme energetiche per il benessere psico-fisico degli insegnanti, degli studenti e per la gestione delle classi (ma non solo), studiato appositamente per gli spazi e i tempi della scuola italiana. Un programma che rivaluta l’autonomia e il ruolo degli insegnanti, che previene e contrasta lo stress legato alla professione, che aiuta ad armonizzare e gestire al meglio contesti relazionali complessi anche tra colleghi, che li aiuta nell’affrontare con successo eventuali dinamiche conflittuali e le situazioni di dispersione in classe, nel rafforzare la motivazione ad imparare di bambini e ragazzi, favorendo l’espressione delle loro potenzialità creative. Questo sistema è utilizzato  anche per potenziare altri programmi scolastici e attività didattiche. Creative Genesis®, frutto di una vita di lavoro e di studi del fondatore Howard Y. Lee, americano di origine cinese e legatissimo al nostro Paese, è un programma made in Italy, nato e cresciuto nelle aule e nelle palestre delle scuole italiane, nell’arco degli ultimi dieci anni, con l’apporto fondamentale delle esperienze e delle buone pratiche di decine di insegnanti con il coinvolgimento di ormai oltre 10 mila studenti. Dai monitoraggi e dalle rilevazioni delle ricadute fatte dai docenti emerge, tra le altre cose, un tangibile miglioramento del clima di classe, della capacità propositiva e creativa degli alunni, della qualità della relazione emotiva e della collaborazione tra insegnanti e alunni come anche tra gli alunni stessi, del recupero dell’attenzione e della concentrazione a scuola (ma anche nello studio a casa in percentuali interessanti di studenti) con positivi effetti perfino sul rendimento e sul profitto.