Quantcast

Federcosumatori di Forlì-Cesena, tante richieste ricevute: attenzione alle truffe porta a porta

L’Associazione Federcosumatori di Forlì-Cesena che si occupa della tutela dei consumatori, utenti e risparmiatori della Provincia di Forlì – Cesena e il Sunia Provinciale – Sindacato Unitario Nazionale Inquilini e Assegnatari, durante questo periodo di quarantena hanno cercato di assistere tutti fornendo supporto, consulenza telefonica e aiuto on line. Nel periodo della quarantena i telefoni hanno squillato tutto giorno in modo continuativo. Durante il suddetto periodo circa 350 persone si sono rivolte a noi chiedendo informazioni e consulenza su svariati temi: riduzione canone di locazione, chiarimenti sui pagamenti delle bollette, rimborso biglietti per prenotazioni viaggi, sospensione delle rette asili nido privati convenzionati, sospensione  dei mutui, scadenza dei documenti per sfratto, problemi con le compagne telefoniche, sospensione dei pagamenti delle rette alle società finanziarie, slittamento pagamento assicurazioni, asseverazione dei contratti di locazione, buoni spese dai comuni, truffe.

In merito a quest’ultimo punto “truffe”, un venditore porta a porta ha truffato un pensionato forlivese vendendogli “disinfettante filtro offerta virus” al prezzo di 1896,84 euro. La vittima passata la paura si è accorto di essere stato truffato, si è recato presso i nostri sportelli e noi abbiamo scritto all’azienda di Brescia annullando il contratto. Da ieri 4 maggio sia a Forlì che a Cesena, le nostre strutture sono aperte e ricevono i cittadini solamente su appuntamento, nello stesso tempo si continua il servizio telefonico e dove è possibile, fare le pratiche on line, per evitare l’assembramento.