Quantcast

Forlì. Resiste a pubblico ufficiale non fornendo le proprie generalità: denunciato 26enne dalla Polizia

Più informazioni su

La Polizia ha denunciato un 26enne originario della Costa d’Avorio, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di indicazioni sulle proprie generalità. L’episodio è avvenuto domenica, in piazza Saffi. Una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale era intenta a identificare e controllare tre giovani, quando ad un certo punto lo straniero in questione si è avvicinato agli agenti ed ha iniziato a chiedere spiegazioni circa alcuni verbali che nel tempo gli erano stati redatti a carico, per violazione della normativa anti-covid.

I poliziotti lo hanno invitato a discostarsi in attesa che terminassero il controllo in corso, ma costui, imbestialito, ha iniziato a inveire contro gli agenti brandendo i verbali e colpendo con dei pugni l’auto di servizio, finanche aprendo la portiera e non consentendo all’agente che era all’interno dell’abitacolo di procedere con le comunicazioni radio con la centrale operativa. A questo punto, gli agenti gli hanno chiesto le generalità ma si è rifiutato, affermando che in ragione dei verbali già stilati a suo dire doveva essere ben conosciuto dalle forze dell’ordine.

A nulla sono valsi i tentativi di riportarlo alla ragione, così che con la partecipazione di una seconda volante, sopraggiunta in ausilio ai colleghi, è stato accompagnato in Questura. Solo in questa circostanza ha estratto dal suo zaino i documenti, grazie ai quali è stato possibile identificarlo. Dopo la stesura dei verbali relativi alla denuncia per i reati appena commessi, l’uomo è uscito dalla Centrale, lasciando per protesta il suo zaino con i suoi effetti personali, compresi due cellulari, sulla soglia della Questura, rifiutandosi di prelevarli e abbandonandoli sul posto.

Domenica notte le Volanti della Polizia di Stato, in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, si sono occupate di un caso di salvataggio di persona, che ha interessato un giovane 21enne residente in città che versava in stato semi comatoso. Era stato lo stesso ragazzo a chiamare il 112, affermando di volerla fare finita, localizzandosi nella zona di viale Salinatore. Gli agenti sono giunti in zona insieme ad una ambulanza, trovando il ragazzo nel parcheggio dell’Argine e immediatamente si sono accorti delle sue gravi condizioni di salute, causate dall’ingestione di alcolici in soggetto affetto da diabete. Con fatica gli operatori sanitari ed i poliziotti sono riusciti a bloccarlo per procedere alla verifica del livello di glicemia, risultato assai vicino a livelli letali, tant’è che è stato immediatamente accompagnato in Pronto Soccorso.

Più informazioni su