Il Comune di Forlì promette “un impegno straordinario” per la scuola e i servizi educativi

Più informazioni su

Il Comune di Forlì dichiara di essere al lavoro, investendo un impegno straordinario per la scuola e i servizi educativi. In proposito, l’assessora Paola Casara ha dichiarato: “Da oggi i Centri Estivi sono tutti in funzione. Inoltre, insieme ai Dirigenti delle Scuole Primarie e ai Tecnici comunali, stiamo lavorando affinché, a settembre, tutto sia pronto per l’inizio dell’anno scolastico in sicurezza ed efficienza”.

“Con l’arrivo della fase 2 – si legge in una nota diramata dall’Amministrazione comunale – stiamo dedicando tutte le nostre energie per far sì che riprendano i servizi educativi, formativi e scolastici nelle migliori condizioni possibili. Venerdì 26 giugno è stato reso noto il “Piano scuola 2020-2021”, documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del sistema nazionale di istruzione. Il Comune di Forlì dopo aver costantemente seguito e partecipato ai confronti che si sono svolti nell’ultimo mese a livello regionale e provinciale sul tema della riapertura del prossimo anno scolastico ha, dalla scorsa settimana, avviato un serrato percorso di lavoro con i Dirigenti scolastici del territorio per individuare non solo le eventuali criticità determinate dalle misure per il distanziamento, ma anche un filo conduttore comune nella programmazione delle attività dell’offerta formativa e dei servizi indispensabili per il funzionamento delle scuole”.

Pur in assenza di linee guida e parametri ufficiali, i Dirigenti scolastici hanno avviato l’effettuazione di simulazioni sulla capienza degli edifici loro assegnati e cominciato ad ipotizzare soluzioni finalizzate a consentire il rientro a scuola in sicurezza di tutti gli studenti delle scuole primarie di primo e secondo grado. Con la pubblicazione del Piano scuola contenente le misure da adottare, sarà ora possibile andare sul concreto dei problemi ed individuare le soluzioni più adeguate a soddisfare le esigenze degli studenti e delle loro famiglie, pur in un contesto emergenziale.

“In sinergia con i Dirigenti scolastici- sottolinea l’assessora Casara – il Comune di Forlì è al lavoro per sondare la disponibilità di ulteriori spazi in immobili adeguati rispetto a quelli di proprietà comunale che soggetti pubblici o privati possono mettere a disposizione e che siano confacenti alle necessità delle scuole in relazione alla loro collocazione sul territorio e alla sicurezza. Un Tavolo di lavoro specifico, riunitosi lunedì 22 giugno, si è dato un nuovo appuntamento per domani martedì 30 giugno al fine di valutare i problemi emersi dalla simulazione dell’applicazione delle misure sulla sicurezza in generale e, in particolare, dei parametri relativi al distanziamento”.

Nel frattempo sono partiti definitivamente tutti i Centri Estivi: nella mattina di oggi, lunedì 29 giugno, hanno aperto quelli dei Nidi Comunali e in convenzione, da lunedì 22 giugno avevano iniziato le attività quelli delle Scuole dell’Infanzia Comunali mentre per sostenere l’intero sistema dei Centri estivi, il Comune anche in collaborazione con la Regione Emilia Romagna si è fatto promotore di forme di sostegno attraverso varie misure di intervento, dal sostegno economici garantito attraverso il “Fondo di supporto ai gestori” fino ai “voucher” per le famiglie.

Più informazioni su