Le Rubriche di ForlìNotizie - L'opinione

Raffaele Acri: Il mostro di via Spontoni compie dieci anni

Più informazioni su

È passato poco più di un anno dalla visita del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale Salvatore Farina presso la Caserma DE Gennaro, durante la quale, sicuramente in buona fede, supportato dalle rassicurazioni dell’ex Ministro pentastellato Elisabetta Trenta, sosteneva l’inserimento della caserma nel progetto di riattamento denominato “caserme verdi”.

Il cambio di responsabilità al Dicastero e le priorità legate alla pandemia si spera possano confermare il progetto magari reperendo fondi in quel MES che sembra la panacea di tutti i mali economici del Paese.

Nel frattempo il mostro di cemento di Via Spontoni, ubicato alle spalle della caserma ha compiuto e superato i dieci anni dal suo innalzamento e successivo abbandono da parte della ditta costruttrice, dopo una verifica dei parametri normativi. La ditta fallita ha iniziato un contenzioso con le parti in causa avviluppandosi nelle spire infinite della burocrazia e delle decisioni della magistratura amministrativa e si presume che l’abbandono agli agenti atmosferici non possa che preludere ad un completo abbattimento dello scheletro.

I residenti delle abitazioni prospicienti il mostro di cemento abbandonato hanno ormai inserito la fatiscente struttura nel loro panorama giornaliero e solo gli insetti nocivi che l’acqua stagnante del cantiere abbandonato prolifica ed il guano dei volatili, gli ricorda l’urgenza di una rapida soluzione, così come i colleghi della caserma che disperano ormai di poter fruire degli alloggi del progetto cui la palazzina era oltre dieci anni fa destinata.

Restiamo quindi in attesa del riposizionamento delle priorità del Ministro della Difesa Guerrini, sperando che l’orizzonte dei residenti di Via Spontoni possa finalmente cambiare, insieme a quello del personale in uniforme che nel suo peculiare impiego contempla un trasferimento lontano dai luoghi di origine, soffrendo da decenni a Forlì della mancanza di alloggi adeguati al numero ed ai nuclei familiari formati o traslocati da altre città.

Raffaele Acri – Forza Italia

Più informazioni su