Le Rubriche di ForlìNotizie - La posta dei lettori

Le fratture insanabili tra Giunta e minoranza

Più informazioni su

Ho assistito ai question time proposti dalla minoranza in consiglio comunale ed alla scelta assolutamente legittima ma improvvida del Consigliere Zattoni che per il famoso “quarto d’ora di celebrità” citato Andy Warhol, ha posto una serie ipoteca sui futuri rapporti con la Giunta del Sindaco Zattini.

Ribadisco laddove il Consigliere Zattoni abbia carpito nei meandri degli uffici o da qualche contatto con la soprintendenza il documento di avvio di una procedura nei confronti dell’amministrazione, in merito ad un presunto danno arrecato al monumento del Boifava in piazza della Vittoria, peraltro come ribadito dall’Assessore Cicognani, ancora in via di definizione, aveva ogni diritto di interrogare la Giunta, additando una presunta occultazione informativa ai cittadini, ma avrebbe potuto altresì ragionare su quali conseguenze avrebbe avuto sui futuri rapporti con la maggioranza.

Appare assai velleitario, infatti, il successivo appello pronunciato dal collega Consigliere Morgagni, che al termine della risposta dell’Assessore Tassinari, ha auspicato un confronto leale con la maggioranza in modo a offrire alla cittadinanza una migliore efficacia delle decisioni derivanti dalla sinergia tra le parti, poiché evidentemente la decisione del Consigliere Zattoni ha ricordato che le sponde sono assolutamente ben definite e laddove ci sia solo una presunzione di errore, la Giunta deve aspettarsi una rappresentata presunzione di colpevolezza.

Un esempio in ordine al mantenimento dei rapporti istituzionali l’ha offerto l’Assessore Petetta, il quale, molto elegantemente, nel rispondere al question time della Consigliera Prati ha informato che l’aumento dei volumi di rifiuti bruciati dall’inceneritore dipendevano da una ordinanza della Regione e che anzi il Sindaco Zattini aveva mitigato con una comunicazione richiedente un tavolo di concertazione sull’argomento.

Alla replica evidentemente impacciata della Consigliera, l’Assessore Petetta ha evitato di ricordare che la Giunta regionale è sostenuta dal Partito dell’interrogante e che poteva essere utile informarsi prima in merito alle ragioni ed alle posizioni assunte della Giunta, ma tantè. La correttezza dei rapporti è alla base di ogni stabile e proficua relazione.

Raffaele ACRI – Forza Italia

Più informazioni su