Quantcast

Lite condominiale rischia di sfociare in tragedia: provvidenziale intervento della Polizia di Forlì

Più informazioni su

La Polizia di Stato ha denunciato alla Procura della Repubblica un 44enne forlivese, per porto di strumenti atti ad offendere al di fuori della propria abitazione. Il fatto è stato accertato da una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, che mentre transitava lungo via Cerchia ha notato un capannello di persone che stavano discutendo, alcune delle quali alla vista della pattuglia ne hanno richiesto l’intervento richiamando l’attenzione degli agenti a sbracciate. I poliziotti hanno accertato quindi che una delle persone in lite aveva portato fuori della sua abitazione un lungo coltello da cucina, che teneva in una tasca laterale del pantalone, visibile ad occhio nudo perché il manico fuoriusciva dalla tasca. L’uomo, che alla vista degli agenti ha cercato di allontanarsi, è stato prontamente bloccato e disarmato. La Polizia, sentendo le persone, ha poi accertato che la discussione era nata per il fatto che il 44enne aveva poco prima lanciato delle urla dalla finestra della sua abitazione poiché infastidito dal continuo latrare di alcuni cani di proprietà dei condomini e dei vicini. Qualche minuto dopo, i proprietari degli animali avevano suonato al suo campanello, per chiedere contezza delle offese e delle urla lanciate contro i loro animali. Il 44enne era quindi sceso in strada, portandosi dietro il coltello, ma la presenza di una volante della Polizia, che proprio in quel momento stava pattugliando l’area, ha interrotto la discussione senza che il soggetto neanche estraesse e impugnasse il coltello. L’arma è stata sequestrata e l’uomo denunciato alla magistratura.

 

 

Più informazioni su