Quantcast

All’ospedale di Forlì eseguiti i primi interventi endoscopici sulle vie biliari con nuovo duodenoscopio e coledocoscopio monouso

Più informazioni su

Il suo nome è Exalt, un modello innovativo di endoscopio “monouso”, ovvero impiegato per un unico paziente. Utilizzato per la prima volta in Regione all’Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì per effettuare particolari interventi endoscopici a pazienti affetti da malattie del fegato e del pancreas per pazienti oncologici o affetti da infiammazioni pancreatiche e biliari.

A questo duodenoscopio è stato associato l’utilizzo di un coledocoscopio, chiamato Spyglass, un accessorio, sempre monouso, che consente di visualizzare direttamente le vie biliari del fegato ed eseguire procedure quali il campionamento di tessuto in caso di sospetto oncologico o per la frammentazione di grandi calcoli.

Questo pioneristico strumento monouso e l’associazione con il coledocoscopio Spyglass hanno generato molto interesse scientifico a livello internazionale ed è al momento in dotazione unicamente in centri di riferimento.L’uso di questi strumenti, tuttavia, deve essere accuratamente selezionato e conterstualizzato in modelli organizzativi dedicati.

Le procedure, condivise in un percorso multidisciplinare, sono state eseguite dalla  é quipe dell’Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva  di Forlì,  diretta dal Dr. Carlo Fabbri e di Anestesia e Rianimazione ,  diretta dal Dr. Stefano Maitan.

Il coledocoscopio monouso è oggi presente in una nuova versione, chiamata Discover, destinato a procedure radiologiche e chirurgiche sulla via biliare. Queste nuove tecnologie consentiranno sempre più alleanza tra professionisti nel trattamento combinato di alcune complesse patologie

Più informazioni su