Quantcast

“Com’era bella la Ca’ de Bè”: apre una mostra virtuale per i 50 anni dello storico locale di Bertinoro

Più informazioni su

Da oggi lunedì 12 aprile nella sezione “Di recente” sul sito www.alteodolcini.com  una selezione d’immagini inedite documentano la grande festa dell’inaugurazione della Ca’ de Bè di Bertinoro, avvenuta il 12 aprile 1971. La mostra virtuale “Com’era bella la Ca’ de Bè”, di cui le immagini sono l’anteprima, sarà disponibile dal 12 settembre, data di nascita di Alteo Dolcini. Dolcini e lo scrittore Max David furono gli ideatori della Ca’ de Bè, sorta come Enoteca e Museo del vino: la sua realizzazione fu portata a termine grazie all’Ente Tutela Vini Romagnoli, al Tribunato di Romagna e al Comune di Bertinoro.

Il locale, allora gestito dalla famiglia Gurioli, è stato sia un punto di riferimento enogastronomico sia la sede di giornate di studio e convegni che hanno stimolato quello che Dolcini chiamava “il grande Rinascimento vitivinicolo romagnolo”. Il 12 aprile 1971 la piazza della Libertà di Bertinoro era gremita, la folla poté assistere al lancio dei paracadutisti del gruppo acrobatico della Società del Passatore e all’esibizione della Banda del Passatore di Brisighella.

Le immagini presentano gli interni della Ca’ de Bè e testimoniano la peculiarità degli arredi curati da Pietro Novaga e l’effetto scenico degli stemmi ceramici recanti i nomi dei Tribuni di Romagna, da Aldo Spallicci ad Andrea Emiliani, da Francesco  Serantini a Friedrich Schurr. La mostra virtuale “Com’era bella la Ca’ de Bè” proporrà documenti originali e la narrazione della sua nascita nei ricordi di Alteo Dolcini contenuti nel volume “La Romagna Vini”, edito nel 1992

Più informazioni su