Quantcast

Forlì. In piazza Saffi Fratelli d’Italia lancia la campagna in difesa dei prodotti tipici romagnoli e made in Italy

Tavolo informativo di Fratelli d’Italia sabato mattina, in piazza Saffi a Forlì, per la campagna di adesioni al partito 2021 e la campagna “Stop all’ etichettatura Nutri-Score”, un sistema voluto dalla Francia che, come quello a semaforo adottato in Gran Bretagna, vorrebbe influenzare i consumatori di tutta Europa, a danno dei prodotti tipici Made in Italy.

“Chi difende il Nutri-Score porta avanti gli interessi della Francia e dei paesi del Nord Europa per i quali i prodotti legati alla Dieta mediterranea fanno male alla salute. Ribadiamo il nostro deciso no a un sistema che darebbe un bollino “rosso” alle eccellenze del nostro sistema agroalimentare come il Parmigiano Reggiano e l’olio d’oliva e semaforo verde ad una bibita gassata. Certi Paesi Europei vorrebbero far scegliere prodotti con ingredienti di sintesi e a basso costo spacciandoli per più salutari a danno della nostra filiera agroalimentare. Un settore che in Romagna è ricco di ‘eccellenze’ (formaggi, salumi, i vini, l’olio e non solo…) e muove una buona parte dell’economia” riporta una nota Fabrizio Ragni, vicecoordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, responsabile per il territorio forlivese.

Al tavolo informativo che s’è svolto tenendo conto delle prescrizioni sanitarie anti Covid sono state fornite informazioni sull’attività del partito di Giorgia Meloni a livello locale, regionale e nazionale.

“In Parlamento Fratelli d’Italia s’è attivata per prima e da subito presentando una mozione che ha impegnato il governo ad andare in Europa a vietare che il Nutri-score entri in vigore nelle nazioni dell’Unione con effetti negativi sui prodotti italiani” conclude Fabrizio Ragni.