Quantcast

Il Teatro Diego Fabbri di Forlì riapre il sipario. Maria Pia Timo con “Una donna di prim’ordine”

Martedì 11 e mercoledì 12 maggio alle ore 20.15 il Teatro Diego Fabbri di Forlì riapre finalmente il sipario al pubblico, agli Artisti e al grande spettacolo dal vivo e lo fa nel benaugurante segno della leggerezza e dell’irresistibile comicità di Maria Pia Timo e il suo spettacolo Una donna di prim’ordine. Guida pratica per sistemare l’armadio, il cane e il marito, di cui la celebre comica è anche autrice insieme al regista Roberto Pozzi.

Dopo le repliche forlivesi, lo spettacolo sarà prossimamente in scena al Teatro Chiari di Cervia (7 giugno) e al Teatro Goldoni di Bagnacavallo (8 e 9 giugno).

Il big bang della dispensa, le tante mail da smistare, la chat dell’ufficio, le chiavi da ritrovare ogni mattina, lo strazio della casa di famiglia da svuotare, le telefonate dei call center, le parecchie mail da smistare, la palestra, la chat della palestra, “…gli occhiali? Dove ho messo gli occhiali?”, lo sconquasso dei topi di appartamento, la chat dei vicini, le troppe mail da smistare, lo scompiglio dei bambini, “…lo prendi tu il latte?”, la chat delle mamme, la piscina, le lavatrici, le spam, le scadenze…. Basta! Il “logorio della vita moderna”, per citare un vecchio Carosello, ci fa desiderare un più sereno eremitaggio monacale, ci logora i nervi, il fisico e le unghie.

Può un’attrice comica mettere in ordine la vostra vita? Controsensi, rimedi, teorie scientifiche e non, riflessioni, metodi giapponesi, metodi della nonna, utopie e assurdità del nostro vivere, sostegni farmacologici-omeopatici-stupefacenti… e soprattutto tante risate.

Questi e altri ancora sono gli elementi portanti di un divertente e accorato a-solo per la ricerca della felicità in uno spettacolo che forse cambierà un po’ le nostre abitudini.

Avvertenze per il pubblico

Il Diego Fabbri sarà un Teatro sicuro.

Per riaprire in sicurezza e in ottemperanza alle normative anti-Covid, vi ricordiamo le regole tutt’ora valide per l’accesso a Teatro (obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata dello spettacolo; capienza contingentata al 50% dei posti disponibili, distanziamento interpersonale), oltre a queste ulteriori novità:
– sarà rilevata la temperatura all’ingresso (almeno fin quando obbligatorio) e non sarà consentito l’accesso a persone con temperatura superiore a 37.5°;
– obbligo di comunicazione dei dati personali, se non già comunicati (nome, cognome, numero di telefono), che saranno conservati per 14 giorni dalla data dell’evento;
– mascherina chirurgica o superiore (es. FFP2, mentre non sono ammesse mascherine di stoffa);
– modifica degli orari di spettacolo serale (per il dovuto rispetto del coprifuoco vigente). Nello specifico, gli spettacoli inizieranno alle ore 20.15, in modo da terminare in orario compatibile con un comodo rientro presso le Vostre abitazioni.

Informiamo tuttavia che, se durante lo svolgimento della rassegna, un DL dovesse modificare e “allentare” gli orari di coprifuoco, gli spettacoli torneranno a iniziare al consueto orario delle 21.

Biglietti: da 15 a 27 euro.
Prevendite: da sabato 8 maggio (festivi esclusi) dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 18.
Prenotazioni telefoniche (0543 26355): nei giorni di prevendita a partire dalle ore 11.
Vendita online su Vivaticket da domenica 9 maggio.
Nelle sere di spettacolo la Biglietteria di Corso Diaz aprirà un’ora prima dell’inizio della rappresentazione.
Info: 0543 26355 – www.accademiaperduta.it