Quantcast

Camminare nel Delta del Po, tra valli, pinete, oasi, boschi secolari e saline

Più informazioni su

Camminare in mezzo alla natura fa bene alla salute e rende più allegri e creativi! Quale modo migliore, allora, per godersi il territorio in modo totalmente slow, se non attraverso suggestive passeggiate a contatto con la straordinaria biodiversità del Delta del Po? Tra valli, pinete, oasi, boschi secolari e saline sono diversi i sentieri adatti per il trekking, che permettono di scoprire gli angoli più nascosti e di esplorare i luoghi con uno sguardo più attento.

Il Delta del Po offre cammini per tutti: le vie dello spirito per ripercorrere le orme di poeti, santi, pellegrini e condottieri, le suggestive camminate nel silenzio della natura alla scoperta delle valli e i percorsi storici! Il sommo poeta Dante sostò all’Abbazia di Pomposa e si addentrò nella  Divina Foresta Spessa e Viva di Classe prima di giungere  a Ravenna; l’Abate Alberto di Stade attraversò il Delta nel suo itinerario di oltre 1000 chilometri da Ausburg in Germania verso Roma, mentre la fuga di Giuseppe Garibaldi dagli austriaci ha dato il nome all’epica Trafila Garibaldina che da Magnavacca, l’attuale Portogaribaldi, e passando per la valli di Comacchio, condusse il condottiero in salvo oltre gli appennini.

Per coloro che alle ruote della bici o al motore della barca preferiscono la forza delle gambe, ecco alcune ottime possibilità di scoprire il meraviglioso territorio del delta a piedi.

Tra le proposte più suggestive rientra, indubbiamente, “A riveder le stelle”, la camminata notturna organizzata in occasione del settecentenario della morte di Dante Alighieri; un percorso di circa 7 km che avrà l’Abbazia di Pomposa come meta finale, con narrazioni ed animazioni di attori che interpreteranno alcuni personaggi della Divina Commedia. Sempre a tema dantesco, ogni venerdì, è possibile invece passeggiare alla scoperta della pineta di Classe, ripercorrendo i paesaggi raccontati dal Sommo Poeta fino a raggiungere il grande querceto.

delta del po

A Cervia, ogni giovedì e domenica d’estate tornano gli appuntamenti con le visite guidate alla salina Camillone, durante le quali i salinari spiegano il procedimento della produzione del sale, ma è possibile dedicare il weekend anche ad una suggestiva escursione all’interno della Penisola di Boscoforte, nel cuore delle Valli di Comacchio, con un incontro suggestivo e inaspettato con i cavalli Camargue-Delta, che vagano ormai da molti anni allo stato brado su questo lembo di terra. O ancora è possibile addentrarsi a piedi nella Foresta Allagata di Punte Alberete, un paesaggio unico nel suo genere, importante zona umida di riproduzione dell’avifauna, che ospita la più grande colonia di garzette d’Italia.

Diverse anche le possibilità per unire il trekking al birdwatching, con specifici itinerari sul territorio alla scoperta dei siti migliori per l’avvistamento.

Infine, per i camminatori esperti ed allenati, da non dimenticare i due cammini Via Romea Germanica e Via Misericordiae, lunghi percorsi legati alla storia ed alla tradizione dei luoghi che fanno anche tappa nel nostro delta.

Tutte le escursioni e gli eventi in programma durante la “Primavera Slow” sono consultabili sul nuovo portale deltadelpo.eu.

https://deltadelpo.eu/it/27-trekking-e-camminate

Più informazioni su