Quantcast

Confindustria Romagna. A Forlì-Cesena immunizzati 1200 dipendenti nell’hub vaccinale interaziendale

Più informazioni su

Il ciclo della prima dose di vaccino nell’hub interaziendale forlivese di Ausilio/Corofar si è concluso con 1188 lavoratori immunizzati per le 52 aziende della provincia che hanno aderito al progetto.

“Un risultato frutto di un lavoro iniziato dall’Associazione a marzo, non appena emersa la possibilità di ampliare la campagna nazionale – spiega il presidente di Confindustria Romagna, Paolo Maggioli – e accolto con vivo interesse da parte di imprese di ogni settore e dimensione, che hanno risposto aderendo in modo massiccio all’iniziativa, prima e unica nel suo genere a livello associativo e realizzata grazie alla collaborazione con le organizzazioni cooperative della Romagna sulla base delle indicazioni della Regione e dell’Asl Romagna. La dimostrazione che insieme si può fare di più e meglio, e che quella romagnola è la dimensione giusta anche per affrontare sfide nuove e inedite come questa”.

Dal 9 giugno ad oggi sono stati vaccinati dipendenti e collaboratori prevalentemente under 40, che torneranno poi per la seconda dose a partire dalla prima settimana di luglio. “Un vivo ringraziamento va alla struttura che ci ha seguito, permettendoci di rendere un servizio indispensabile alle nostre aziende e alla comunità. Da un anno e mezzo ormai cerchiamo di tornare alla normalità, e siamo orgogliosi di essere riusciti a dare un contributo concreto e operativo in questa direzione”, aggiunge il presidente della delegazione di Forlì-Cesena, Giovanni Giannini.

Tra le aziende della provincia che hanno aderito al progetto il gruppo VEM. “L’iniziativa dell’hub vaccinale interaziendale è stata molto apprezzata dai nostri colleghi, soprattutto quelli delle fasce di età under 30 che hanno potuto anticipare di diverse settimane la vaccinazione, ma anche alcuni colleghi di età superiore hanno preferito avvalersi dell’hub per la comodità di prenotazione e per la vicinanza al luogo di lavoro – afferma il vicepresidente Davide Stefanelli -. L’età media nel gruppo VEM è di 37 anni (oggi contiamo 270 dipendenti), per cui una quota importante della popolazione aziendale ha trovato questo opportunità molto vantaggiosa. Fin da subito VEM si è candidata per aderire a questa iniziativa e siamo felici di aver potuto offrire il nostro supporto alla campagna vaccinale, un piccolo ma importante contributo per la salute dei propri dipendenti, dei familiari di questi, ma anche di clienti e fornitori, ossia dell’intero territorio”.

Più informazioni su