Quantcast

Incontro su Palestina e espulsioni a Sheikh Jarrah a Forlì

Più informazioni su

Martedì 8 giugno, alle 19 in Piazzetta delle Operaie (via Fossato Vecchio) a Forlì, si terrà il primo di una serie di incontri per conoscere la situazione del popolo palestinese. Si parlerà di Gerusalemme Est e dell’evacuazione forzata dei palestinesi con Issam Aruri, direttore generale del Jerusalem Legal Aid and Human Rights Center (JLAC), un istituto che si occupa, tra le altre cose, di fornire assistenza legale ai
palestinesi forzatamente evacuati dalle loro case.

“In questo ultimo mese il quartiere di Sheikh Jarrah è stato nuovamente scenario di sfollamenti forzati ad opera delle forze di occupazione israeliane – spiegano gli organizzatori -. Una pratica illegale, secondo il diritto internazionale, che ha l’obiettivo di scacciare i palestinesi residenti in diverse parti di Gerusalemme Est per sostituirli con coloni israeliani. Le evacuazioni forzate della popolazione palestinese
dai quartieri di Gerusalemme Est e la loro sostituzione con coloni israeliani, oltre ad essere una palese infrazione del diritto internazionale, sono un buon punto di partenza per capire cosa succede ogni giorno in Palestina e quale sia la situazione dei territori che Israele occupa militarmente da decenni. Ai tentativi di sfratto forzato dei residenti palestinesi sono seguite manifestazioni di protesta ed azioni di contrasto che hanno visto un’ampia partecipazione popolare”.

“La durissima repressione che ha tentato di fermare le manifestazioni è stata la miccia che ha portato all’escalation di violenza delle ultime settimane – aggiungono -. I media ci hanno raccontato di uno scontro tra forze militari, l’esercito di Israele contrapposto ai guerriglieri
di Hamas, ma nemmeno questa volta è corretto parlare di guerra. Il lancio indiscriminato di razzi di Hamas è stato accompagnato dal sistematico bombardamento di Israele di obiettivi civili e redazioni giornalistiche. I 12 israeliani e i 230 palestinesi (tra cui 65 bambini) uccisi e i quasi 2000 feriti nella striscia di Gaza, sono pressoché totalmente civili innocenti. Ad ogni escalation di violenza i media raccontano la situazione come improvvisa, inaspettata, senza mai contestualizzare quanto avviene da decenni nella terra di Palestina e
quali siano le cause e le dinamiche di un’occupazione militare che dura oramai da oltre 70 anni”.

“È necessario smascherare questa narrazione e parlare di ciò che realmente avviene – continuano -, per poter ritornare a chiedere con forza che le ingiustizie quotidiane perpetrate in quella terra abbiano finalmente fine. Abbiamo scelto l’anniversario della “Guerra dei 6 giorni” come data simbolica per ricordare che buona parte delle ingiustizie di oggi hanno radici lontane, che affondano nell’occupazione militare di Israele dei Territori Palestinesi e nella cosiddetta Ongoing Nakba – l’espulsione forzata della popolazione palestinese e la sua sistematica sostituzione con quella israeliana. Questo processo di colonizzazione continua è la causa di quotidiane violazioni dei più basilari diritti umani del popolo palestinese”.

Questo sarà il primo di una serie di incontri in cui verrà approfondita la situazione in Palestina, raccontata da chi subisce e resiste al peso
dell’occupazione militare e civile israeliana. “Ci auguriamo  – concludono gli organizzatori – che una maggiore conoscenza su quanto succede ci possa portare a richiedere con consapevolezza e determinazione di fermare finalmente le cause delle ingiustizie che rendono impossibile oggi immaginare un accordo tra le parti. Come ci ricorda l’appello del Tavolo per la Pace “Nessuna pace può essere edificata sulla persecuzione di un intero popolo, sull’occupazione militare, l’arbitrio, gli abusi, la sopraffazione, l’umiliazione, le deportazioni, l’apartheid,
la continua violazione di tutti i fondamentali diritti umani”.

In caso di pioggia l’incontro si terrà nella della CGIL di Forlì in via Pelacano 7.

Questo l’elenco delle associazioni promotrici:

Anpi Forli
Anpi Forli Cesena
Anpi Forlimpopoli
Associazione Lifeonlus
Associazione Tamkin per donne marocchine in Italia
Ass. Luciano Lama
Ass. VoceDonna
Auser odv
BLM Forlì
Centro Per La Pace Di Forli
CGIL Cesena
CGIL Forli
DiaLogos soc. coop. sociale
Emergency Forli-Cesena
Federconsumatori Forli – Cesena
Forlì Città Aperta
Libera Forlì-Cesena
LVIA – Forlì nel Mondo
Messaggeri del mondo
Presidio Libera Placido Rizzotto di Forlì
Presidio Libera Giuseppe Letizia di Forlimpopoli
Rete Studenti Medi
UDU Forlì
Un secco no

Più informazioni su