Quantcast

CNA Forlì-Cesena sostiene ‘Art Bonus Forlì’ per la ripresa di economia e turismo

È stato presentato ieri, alla presenza del Sindaco Zattini, dell’Assessore Melandri, del direttore di ALES S.p.A., Carolina Botti, con la partecipazione di CNA Forlì-Cesena, Confindustria Romagna e Confesercenti Forlì – primi aderenti tra le Associazioni di Categoria del territorio -, il nuovo progetto di partecipazione e raccolta fondi del Comune di Forlì: Art Bonus Forlì, sostieni la rinascita.

L’invito del Sindaco Zattini e dell’Assessore Melandri a cittadini e imprese è di sostenere il progetto attraverso l’Art Bonus che garantisce un credito d’imposta pari al 65% del contributo versato. L’immagine del progetto riprende i profili di Icaro ed Ebe, simboli da una parte del razionalismo e dell’aspirazione al futuro e dall’altra del classicismo e dell’attenzione al passato. Beni-bandiera del progetto sono infatti l’Ex GIL, che diventerà sede del nuovo Auditorium della Musica, e i Musei San Domenico, centro delle attività culturali negli spazi interni ed esterni, tra cui l’Arena San Domenico e il Festival Caterina. Tutte le informazioni sul portale www.artbonusforli.it

Il progetto ha come obiettivo quello di coinvolgere attivamente tutta la società civile forlivese nella restituzione di beni culturali e spazi pubblici alla fruizione dell’intera comunità, intercettando sia i cittadini che le imprese del territorio che vogliano investire nella bellezza e nella cultura, intesi anche come espressioni di identità sociale e sviluppo economico. Cittadini, imprese, professionisti potranno beneficiare grazie ad Art Bonus di un vantaggioso credito d’imposta, pari al 65% della propria donazione da usufruire in un triennio, e partecipare a momenti esclusivi e dedicati a loro, tra cui visite guidate ed eventi speciali per scoprire in anteprima i beni oggetto del progetto e diventare ambasciatori di Art Bonus Forlì.

Primo appuntamento per i sostenitori sarà una serata esclusiva di spettacolo presso il cantiere del nuovo Auditorium della Musica (ex GIL) nel mese di settembre nell’ambito del progetto europeo Revival, ma non mancheranno occasioni dedicate ai sostenitori per vivere da protagonisti il patrimonio artistico della città.

Il Sindaco Zattini ha sottolineato come “dopo i difficili mesi della pandemia, il desiderio di rinascita e di riappropriazione degli spazi comuni e delle occasioni di incontro, socializzazione, svago e cultura è sempre più forte. Per questi motivi, la cultura e i beni pubblici saranno un volano fondamentale per la ripresa dell’economia locale e del turismo. Con il progetto “Art Bonus Forlì – Sostieni la rinascita”, prosegue con diffuso orgoglio e rinnovato slancio l’impegno dell’Amministrazione comunale volto a favorire il mecenatismo culturale ed incentivare il recupero e la valorizzazione del nostro patrimonio artistico.”

L’Assessore Melandri, presentando il progetto, ha spiegato: “proprio in quest’ottica sono stati selezionati per primi alcuni beni e spazi che rappresentano l’eccellenza e l’unicità della città e che desideriamo diventino sempre di più spazi aperti e fruiti da quante più persone possibili: l’Ex GIL e i Musei San Domenico. Il primo, emblema del razionalismo, rappresentato dalla figura di Icaro che spicca il volo, come auspicio e slancio verso il futuro, ospiterà il nuovo Auditorium della Musica della città, uno spazio per la cultura ma anche per lo sport e lo svago. Il nuovo Auditorium sarà uno spazio dedicato alle esecuzioni musicali, ad oggi mancante a Forlì, a disposizione di associazioni, artisti e cittadini, con 324 poltroncine in platea e 76 in galleria e una buca a scomparsa per l’orchestra. Quando le luci si abbasseranno e le tende saranno aperte ogni spettatore avrà una visuale ininterrotta. Il secondo, invece, è rappresentato dalla celebre Ebe di Canova, simbolo del legame con la tradizione e il classico, ed è il centro delle grandi manifestazioni pubbliche, mostre, concerti e incontri della città. All’impegno dell’Amministrazione comunale si affianca quindi l’invito a cittadini, imprese e professionisti a sostenere e partecipare a questo progetto per una rinascita e una riappropriazione del grande patrimonio artistico e culturale forlivese. Partecipare al progetto Art Bonus Forlì – Sostieni la rinascita è un gesto d’amore e vicinanza alla propria città, al suo patrimonio e alla sua storia; rappresenta un investimento per una Forlì più bella e partecipata, con nuovi spazi dedicati ai cittadini e alle attività culturali.”

Carolina Botti, Direttore Ales S.p.A e Responsabile Art Bonus per il MiC – Ministero della Cultura, collegata da Roma, ha aggiunto: “In un territorio ricco di patrimonio culturale diffuso, senso di appartenenza e vocazione alla cooperazione, quale è l’Emilia Romagna tutta e quindi anche la provincia forlivese, l’Art Bonus rappresenta un ottimo strumento per facilitare la collaborazione pubblico – privato a sostegno della cultura. Il vantaggio fiscale unito a valori intrinsechi nello spirito della legge, quali partecipazione, senso civico, responsabilità sociale e culturale ben si sposano con gli intenti delle amministrazioni pubbliche che scelgono di coinvolgere le comunità (dai comuni cittadini alle imprese) nella protezione e valorizzazione dei beni culturali comuni. Esemplare il caso del Comune di Forlì per le azioni che sta mettendo in campo finalizzate ad un esito positivo delle raccolte fondi Art Bonus”.

“Come CNA Forlì-Cesena aderiamo con particolare convinzione a questo progetto – ha affermato Franco Napolitano direttore generale CNA Forlì-Cesena -, che coinvolge due luoghi simbolo della nostra città, sia per il loro valore storico artistico, sia dal punto di vista identitario. Crediamo sia vincente puntare su Forlì come città di cultura e come museo a cielo aperto del razionalismo, la consideriamo anche una valida opportunità per il nostro tessuto imprenditoriale. Abbiamo visto quanto le grandi mostre al San Domenico abbiano ingenerato negli anni in termini di indotto per tante nostre imprese. Non ultimo, in una logica di restituzione che sta molto a cuore alla nostra associazione, siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo a progetti che mirano a far vivere ai cittadini due degli spazi più suggestivi della città”.

I BENI DEL PROGETTO “ART BONUS FORLÌ – SOSTIENI LA RINASCITA”

EX GIL

La città di Forlì può vantare un vero e proprio catalogo a cielo aperto del Razionalismo italiano, lungo Viale della Libertà. Uno tra gli edifici più rappresentativi, realizzato dall’architetto romano Cesare Valli tra il 1933 e il 1935, è rappresentato dall’ex Gil. L’edificio ha sempre avuto due distinte funzioni, una collegata alla vocazione culturale (e propagandistica) e l’altra attribuibile all’attività sportiva e militare). All’interno, a partire dagli anni Cinquanta, aveva trovato sede il Cinema Odeon (chiuso poi nel 2007), con la scalinata rivolta a Piazzale della Vittoria e la sua caratteristica pavimentazione verde e bianca, alla veneziana.

Con la campagna Art Bonus, desideriamo sostenere l’intervento per il nuovo Auditorium o Sala della Musica, con un’apertura prevista per settembre 2023, dotato di 324 poltroncine in platea e 76 in galleria, da spalancare ai grandi nomi della direzione d’orchestra ma anche ai tanti studenti di musica della città.

MUSEO SAN DOMENICO

L’area interessata dal grande complesso conventuale domenicano è al centro del quartiere Schiavonia e si pone oggi nel tessuto urbano come un elemento di arte e di cultura a cerniera tra il centro storico con la sua piazza maggiore intitolata ad Aurelio Saffi e la più importante e monumentale area verde della città, il parco urbano “Franco Agosto”. Il complesso convenutale secondo la tradizione locale fu fondato dallo stesso San Domenico nel suo viaggio di ritorno da Roma, dove si era recato per la definitiva approvazione del suo Ordine da parte di papa Onorio III. Il complesso, costruito in realtà a partire dal 1229, si sviluppò progressivamente per circa cinque secoli, fino a raggiungere l’attuale configurazione caratterizzata da edifici disposti su due chiostri e affiancati da una grande chiesa ad aula unica dedicata a San Giacomo Apostolo. Il convento domenicano fu per secoli un importante luogo di fede e di cultura per la città di Forlì. Ogni anno, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Forlì, presso gli spazi del San Domenico viene allestita una grande mostra con opere e artisti di rilievo internazionale, da Steve Mc Curry a Sebastião Salgado.

“Con la campagna Art Bonus, vogliamo specialmente supportare il progetto dell’Arena Estiva, del Festival Caterina e delle tante iniziative di animazione musicale, culturale e teatrale, che trovano sede in questa cornice e che sono rese possibili dal coinvolgimento delle associazioni e degli operatori del territorio” termina la nota di CNA Forlì-Cesena.