Quantcast

“Il Drago di Romagna” di Lamattina. Torna nelle piazze il primo docufilm sul gioco del Mah Jong

Più informazioni su

Il Drago di Romagna, il docufilm di Gerardo Lamattina che racconta un singolare esempio di ibridazione culturale tra Cina e Italia attraverso l’antico gioco del Mah Jong, riconquista le piazze della Romagna. Sabato 31 luglio il film fa tappa a Bagno di Romagna dove la classica proiezione serale (ore 2130), grazie alla collaborazione col Comune, sarà anticipata da un incontro con i protagonisti che saranno a disposizione con tavoli in Piazza Ricasoli, per condividere con turisti e appassionati le regole di questo straordinario gioco che ha letteralmente infiammato gli animi della Romagna così come testimonia il film.

Uscito nelle sale cinema lo scorso gennaio 2020, in occasione del Capodanno Cinese, il film ha subito sbancato i botteghini in diverse città d’Italia soprattutto a Ravenna dove è stato quasi interamente girato e conquistando pubblico e critica, prima di fermare la sua corsa a causa della pandemia.

Nato da un’idea del regista Lamattina, prodotto da POPCult (Italia) e Micromedia Communicaton Italy (Cina) con il sostegno di Regione Emilia-Romagna e Comune di Ravenna, Il Drago di Romagna ripercorre attraverso la storia di Luisa, una classica “azdora” (signora) romagnola appassionata di Mah Jong e di cucina, la singolare diffusione di questo tipico gioco cinese in Italia e in particolare a Ravenna – l’ex capitale Bizantina dove il Mah Jong è presente fin dall’inizio del 1900, alternando parti di finzione a quelle di documentario. La stessa protagonista della parte di finzione la Luisa non è infatti un’attrice nel senso tradizionale del termine. E’ la sua prima volta sotto i riflettori ma molto autentica nella sua parte poiché aiutata dalla sua esperienza personale da appassionata reale di Mah Jong così come tutti coloro che sono interpreti nel film ad eccezione di Fabiola Ricci (attrice e performer di lunga data nonché docente all’accademia di musical di Castrocaro) e Michele Gaudenzi che interpreta la parte del marito morto della Luisa.

“Poichè tutti i protagonisti sono appassionati giocatori è ideale organizzare incontri sul gioco per raccontarne le regole e i trucchi e trasmetterne la passione a grandi e piccini che ci ha portato a credere in questo film” dice Giusi Santoro produttrice, anche lei appassionata del gioco che sarà presente insieme al regista a tutte le proiezioni estive per un incontro col pubblico.

In particolare, a Bagno di Romagna i tavoli per imparare il Mah Jong saranno allestiti sabato 31 luglio dalle 17.30 nell’antica Piazza Ricasoli, nel cuore del borgo termale, all’ombra della basilica di origine romanica di Santa Maria Assunta e a pochi passi dal Palazzo del Capitano, simbolo rinascimentale della dominazione fiorentina, dove alle 21,30 è prevista la proiezione del film.

Altre proiezioni sono previste per il mese di agosto a Ravenna in collaborazione col Comune.

Il Drago di Romagna
Italia, Cina, 2019, 71’, col.
Trailer htps://vimeo.com/383507073

 

Più informazioni su