Quantcast

Le Rubriche di ForlìNotizie - La posta dei lettori

Una riflessione sul Green pass

Più informazioni su

Oggi penso al fatto che io mi sono vaccinato e mio figlio Paolo non ne vuole sapere, mi sono vaccinato convinto di avere fatto il meglio possibile però non ho detto a mio figlio una sola parola per fargli cambiare idea, il perché è semplice, ci sono decisioni che vanno prese in assoluta coscienza, se la sua coscienza gli fa ritenere che sia meglio cosi, che cosi sia.

Ecco perché nonostante non sarei contro all’obbligo vaccinale penso che sia corretto non obbligare, esistono maniere per proteggere la parte di popolazione che come me ha timore del virus, un percorso è il vaccino, un altro è l’auto tutela rispettando le regole di salvaguardia, mascherina, distanziamento, lavarsi e disinfettarsi le mani ad ogni occasione e non in fondo tutelare la stragrande maggioranza di persone come me che prendono seriamente forse anche troppo questo rischio, con un green pass che gli consenta di andare il luoghi pubblici che debbono essere tutelati e difesi per la propria tutela e difesa.

Per amore con mio figlio che non si vaccina lo abbraccio comunque e accetto per amore il rischio che mi fa correre, lui correttamente gira la testa dall’altra parte per non alitarmi addosso ma non posso accettare lo stesso rischio con chiunque, con chi e lo vedo non si copre nemmeno la bocca quando tossisce, evviva il green pass che almeno quando sono rilassato al cinema, al teatro o chiuso al ristorante mi fornisce una tutela e protezione in più, nel limite delle sue possibilità, ovviamente.

Daniele La Bruna

Coraggio Italia

Più informazioni su