Quantcast

Forlì. Polizia impegnata con sette denunce e la segnalazione di un possessore di droga

Più informazioni su

La Polizia di Stato, nell’ambito dell’ordinaria attività di controllo del territorio e ricezione pubblico svolta nella giornata del 28 settembre, ha denunciato sette persone in relazione ad altrettanti distinti episodi, mentre un’ottava è stata segnalata per possesso di stupefacenti per uso personale, con contestuale ritiro della patente di guida. L’attività sul territorio ha registrato 9 posti di controllo con l’identificazione di 99 persone e l’ispezione di 55 veicoli; concluse senza irregolarità le verifiche nei confronti di 13 persone sottoposte a misure limitative della libertà personale con provvedimento dell’Autorità Giudiziaria.

Un 46enne forlivese è stato denunciato in quanto trovato in possesso di un coltellino, che è stato sequestrato poiché corpo di reato di porto di oggetti atti ad offendere. L’uomo è stato identificato in occasione di un intervento per lite in prossimità di un esercizio pubblico. Motivo scatenante dell’alterco, durante il quale i due sono anche passati alle vie di fatto, sembra fosse un vecchio screzio relativo alla frequentazione di una donna. La seconda denuncia riguarda uno straniero trovato irregolare sul territorio nazionale durante un sopralluogo che una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura ha svolto in un luogo noto per le frequentazioni di persone sospette. Lo straniero, che era in compagnia di un connazionale, pur essendo stato in passato regolare, non aveva più rinnovato il titolo di soggiorno, per cui è emerso il reato di clandestinità, con conseguente segnalazione alla magistratura e all’Ufficio Immigrazione per le successive procedure dirette all’allontanamento dal territorio nazionale.

L’episodio che è costato il ritiro della patente ad un 23enne forlivese è frutto di un intervento di iniziativa della Volante al riguardo del conducente di un veicolo che guidava in modo incerto creando intralcio alla circolazione. Gli agenti, una volta svolte le procedure per l’identificazione, hanno colto alcuni elementi per sospettare che il ragazzo detenesse stupefacenti e così hanno proceduto ad una ispezione nel corso della quale è stata rinvenuta una modica quantità di hascisc e marijuana. Immediata la segnalazione in Prefettura e il ritiro della patente di guida, previsto dalla legge sugli stupefacenti.

Per quanto riguarda l’attività di ricezione denunce, sono state deferite alla magistratura due persone nell’ambito di attivazione di “codice rosso”: un caso si riferisce a querela per stalking, l’altro per maltrattamenti in famiglia, lesioni, danneggiamento e violazione di domicilio. Altre tre persone sono state invece denunciate per il reato di lesioni personali, riferite alle liti accertate nel fine settimana, tra le quali quella del giovane inseguito poiché ritenuto autore di furti, che per l’aggressione ricevuta ha riportato ferite giudicate guaribili in 15 giorni.

Più informazioni su