Quantcast

Polizia di Forlì denuncia due persone nel weekend

Più informazioni su

Nella sera del 2 ottobre la Polizia ha denunciato un 34enne ucraino per rifiuto di generalità, minaccia a pubblico ufficiale e violazione delle norme sul soggiorno. L’uomo si è reso autore di un comportamento aggressivo nei confronti degli agenti della Volante dell’ufficio Prevenzione Generale che erano intervenuti in una sala giochi forlivese, a richiesta del titolare, che non riusciva a domare le intemperanze del cliente. All’arrivo degli agenti l’uomo ha dapprima rifiutato di fornire le proprie generalità e successivamente li ha aggrediti con gravi minacce verbali. A nulla è valso l’intervento anche di un amico, che ha cercato di portarlo alla ragione, anche perché oltretutto era visibilmente ubriaco. Terminate le procedure di identificazione e i verbali a suo carico, è stato segnalato alla magistratura. Sanzionato anche per la violazione amministrativa prevista per lo stato di manifesta ubriachezza in luogo pubblico.

Una denuncia è spiccata a carico di un 40enne forlivese, trovato dalla Polizia di Stato in possesso di alcune piantine di marijuana coltivate all’interno della sua abitazione, con tanto di strumentazione per la coltura. Il fatto è stato accertato domenica pomeriggio a seguito di un accesso richiesto dai familiari che non riuscendo a contattarlo temevano per la sua salute. Al momento dell’ingresso, effettivamente, l’uomo era in stato soporoso, e si è reso necessario l’intervento dei sanitari del 118 con successivo trasporto in ospedale. Senonché, al momento dell’ingresso gli agenti della Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura hanno notato una piccola serra casalinga e alcune piante di sostanza stupefacente, per cui hanno eseguito una perquisizione che ha portato al sequestro di quattro piante e di tutta la strumentazione necessaria per la coltivazione e la crescita in luogo chiuso, con contestuale denuncia per coltivazione e detenzione di stupefacenti.

Nella serata di domenica la Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale ha notificato un ordine di allontanamento ai sensi del “decreto Minniti” ad un 58enne marocchino trovato in stato di manifesta ubriachezza nella zona dei Portici. L’intervento della Polizia di Stato è avvenuto a richiesta di alcuni cittadini e titolari di stand allocati nei pressi per l’evento “Sapori d’Abruzzo”, che avevano ricevuto molestie da parte di quell’uomo, visibilmente ubriaco. Accertato l’effettivo stato di ubriachezza, è stato oggetto di sanzione amministrativa e accompagnato in Questura per le attività del caso, cui è conseguita la notifica di provvedimento di allontanamento da quel luogo così come sancito dal decreto sicurezza urbana.

Più informazioni su