Quantcast

Rifiuta di fornire la propria identità e percuote gli agenti: denunciato 60enne forlivese

Più informazioni su

Un sessantenne forlivese è stato denunciato dalla Polizia di Stato per i reati di rifiuto di indicazioni sull’identità personale, oltraggio a pubblico ufficiale percosse, in occasione di un intervento svolto dalle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura all’interno di un esercizio pubblico dove era stata segnalata una aggressione.

In particolare, l’uomo stava giocando ad una slot-machine e, evidentemente innervosito per l’andamento della serata, vedendo un avventore sorridere, inizialmente lo ha aggredito verbalmente poi è passato alle vie di fatto colpendolo al volto con due colpi. All’arrivo degli agenti, ha rifiutato di declinare le sue generalità condendo questo suo comportamento con minacce e offese dirette anche ai poliziotti, per poi consegnare un suo documenti identificativo solo nel momento in cui gli agenti lo stavano accompagnando in Questura per l’identificazione.

L’intervento in questione è stato effettuato nella fascia oraria in cui in città era in corso un servizio di controllo del territorio coordinato con altre forze di Polizia, che ha visto la partecipazione, per la Polizia di Stato, delle Volanti della Questura e delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna. Il servizio, oltre a portare alla denuncia dell’uomo per l’aggressione, ha poi sviluppato i suoi effetti attraverso la predisposizione di 12 posti di controllo e l’identificazione di decine di persone e il controllo dei rispettivi veicoli, con la finalità di creare un presidio di prevenzione al riguardo dei reati di natura predatoria.

Più informazioni su