Quantcast

A Forlì un evento per ricordare Gino Mattarelli e i 30 anni della legge che ha dato vita alle cooperative sociali 

Il 10 dicembre a Forlì, a partire dalle 9.15 nella ex Chiesa di San Giacomo Apostolo dei Domenicani, Confcooperative Romagna intende ricordare due ricorrenze fondamentali per il movimento cooperativo: i 100 anni dalla nascita di Gino Mattarelli e i 30 anni dall’entrata in vigore della Legge 381/91 che ha istituzionalizzato le cooperative sociali.

L’evento “100 anni di Gino Mattarelli e 30 anni di L.381/91” non è però solo un evento commemorativo, ma anche occasione per riflettere sullo stato dell’arte del welfare e progettare un nuovo futuro e nuove linee di sviluppo per le cooperative sociali romagnole.

Il programma prevede contributi di esperti e cooperatori provenienti da tutta Italia, coordinati da Antonio Buzzi, vicepresidente di Confcooperative Romagna. Ecco, nel dettaglio, come si svolgerà l’iniziativa, alla quale si può partecipare su prenotazione (romagna@confcooperative.it / 0544 37171) e con Green Pass valido.

Dopo la registrazione dei partecipanti e le procedure di sicurezza previste ci saranno i saluti istituzionali di Gian Luca Zattini, Sindaco di Forlì, mons. Livio Corazza, Vescovo di Forlì-Bertinoro e Mauro Neri, Presidente Confcooperative Romagna. Alle 10.15 partirà la prima parte della giornata, dedicata alla figura di Gino Mattarelli con gli interventi di Angelica Sansavini, presidente Domus Coop, e Piero Mattarelli, figlio di Gino e presidente dell’Associazione Gino Mattarelli. La prima parte è dedicata anche all’anniversario della Legge 381/91 insieme a: Sofia Bandini, professoressa già Senior Lecturer of Law and Economics Unibo con il contributo “Per una nuova 381/91”; Giuseppe Milanese, presidente Federazione Sanità Confcooperative che parlerà di “PNRR e cooperazione sociale e sanitaria, tra sfide e opportunità”; Stefano Granata, presidente Federsolidarietà Confcooperative, che farà riflettere su “Cooperazione sociale e sviluppo territoriale”; e, come ospite d’eccezione, mons. Vincenzo Paglia che aggiornerà i presenti su “I lavori della Commissione per la riforma dell’assistenza sanitaria e socio-sanitaria per la popolazione anziana”. Alle 11.45 è prevista la seconda parte dell’evento con la tavola rotonda “Le sfide per le cooperative romagnole”, alla quale parteciperanno: Doriana Togni, presidente Federsolidarietà Ravenna-Rimini, Maurizia Squarzi, presidente CavaRei, Luca Dal Pozzo, presidente Federsolidarietà Emilia-Romagna, Mirca Renzetti, presidente Giovani Imprenditori Cooperativi Emilia-Romagna. Infine prenderà la parola Maurizio Gardini, presidente nazionale di Confcooperative. La mattinata si chiuderà nel chiostro del complesso con un aperitivo per i presenti. Per maggiori informazioni romagna@confcooperative.it.