Quantcast

Croatti (M5S) sui balneari: andare avanti con una proroga dietro l’altra non porterà ad alcuna crescita per il settore

Più informazioni su

“Sul Ddl Concorrenza dobbiamo uscire un attimo dalla sequela di mistificazioni messa in piedi dai partiti di centrodestra. I quali, lo ricordiamo, hanno governato per molti anni da quando nel 2006 fu approvata la Bolkestein, evitando però di fare alcunché per meri fini di consenso. Andare avanti con una proroga dietro l’altra non porterà ad alcuna crescita per il settore. Il M5s già dall’ultima manovra ha fatto proposte precise in vista di un passaggio ad un sistema di gare pubbliche, mettendo a punto tutele specifiche per le imprese a carattere familiare, indennizzi a carico del subentrante calcolati facendo leva sul valore economico dell’impresa, mappature approfondita delle concessioni con digitalizzazione dei dati e infine clausole sociali per i lavoratori. Le proroghe in serie fanno soltanto gioco a quegli operatori che danni non rispettano le regole, che per fortuna sono la minoranza. Un quadro normativo riformulato può far sì che l’interesse dello Stato venga maggiormente protetto e che gli imprenditori virtuosi possano lavorare con regole più chiare. In più, può dare la possibilità finalmente ai clienti di fruire di un servizio migliore. Tutte le chiacchiere dei vari Meloni, Salvini e Gasparri sono solo un arrocco furbesco per racimolare qualche voto alle amministrative, di certo non un sano interesse per lo sviluppo del comparto e la crescita delle pmi che in esso operano”. Così in una nota il senatore Marco Croatti (M5s).

Più informazioni su