Quantcast

In uscita il secondo numero del 2022 della serie nazionale di Libro Aperto. Nella rubrica “Europa in cammino”, saggi su Russia e Ucraina

Più informazioni su

Sta uscendo il secondo numero del 2022 della serie nazionale di Libro Aperto, la rivista esclusivamente culturale diretta da Antonio Patuelli ed edita dalla omonima Fondazione senza scopo di lucro e frutto esclusivamente di volontariato.

Questo volume, di grande formato, di 204 pagine, si apre con la rubrica “Europa in cammino” con saggi di Antonio Patuelli su “In quale secolo siamo?”; Dario Velo sulla fine di un’era; Pierluigi Barrotta sulla speranza di una Russia democratica e liberale che è per ora fallita; Mario Arpino sulle evoluzioni dei conflitti tra Russia e Ucraina; Guido Lenzi sulla tragica solitudine dell’autocrate; Alberto Lasagni “Meditando sull’invasione dell’Ucraina”; Andrea Battistuzzi sulla democrazia dopo la crisi ucraina; Livio Ghersi sulla guerra tra Ucraina e Russia; Dino Cofrancesco su “Quando etico è solo ciò che si riferisce all’universale”; Sauro Mattarelli su Mazzini e l’Europa.

Nella rubrica “Libertà economiche” appaiono saggi di Alberto Bucchi sullo sviluppo sostenibile e di Camillo Venesio su biodiversità e proporzionalità.

Nella sezione “Le garanzie” vengono pubblicati scritti di Antonio Pileggi sulle parole chiave degli articoli 2, 3 e 4 della Costituzione; Giovanni Corradini sulla genesi costituzionale della Presidenza della Repubblica; Tommaso Edoardo Frosini sull’orizzonte giuridico dell’intelligenza artificiale; Fabio Scacciavillani sulla minaccia dei social alla società aperta; Mario Ascheri sulle speranze costituenti ai problemi odierni: sussidiarietà e responsabilità; Franco Chiarenza su Roma. Capitale?.

L’ampia rubrica “Il tempo e la storia” pubblica saggi di Raffaello Morelli sulla cronologia essenziale del liberalismo; Aldo Giovanni Ricci su Repubblica e liberalismo; Zeffiro Ciuffoletti su Artusi, la misura del gusto e il vizio di ‘mangiare più del bisogno’; Gian Biagio Furiozzi con novità su Perugia e la Marcia su Roma; Roberto Timo sul 28 ottobre 1922; Valter Vecellio su Beppe Fenoglio; Tito Lucrezio Rizzo sui poteri costituzionali del Capo dello Stato dalle origini della Repubblica; Paolo Bagnoli su Sandro Pertini, difensore civico della nazione; Sandro Rogari su tangentopoli trent’anni dopo; Tito Lucrezio Rizzo sul primo settennato di Sergio Mattarella.

Nella sezione “Ricordando” appaiono scritti di Guido Lenzi su Fabio Grassi Orsini, storico della diplomazia e di Luca Anselmi su Antonio Martino. Nella rubrica “Uomini donne e libri”, vengono pubblicati articoli di: Mario Arpino, Giorgio Amadei, Alessandro Mella.

Libro Aperto è diffuso esclusivamente in abbonamento: per informazioni tel. 0544.35549 anche fax – 0544.36871 – 0544.212649; e-mail redazione@libroaperto.it; sito internet  www.libroaperto.it

Più informazioni su