Quantcast

Viva la Mamma! A Forlì una 5 km di beneficienza per la ricerca al femminile ed uno stile di vita sano

Più informazioni su

Una charity race di 5 km, una podistica non competitiva, che attraverserà domenica 8 maggio il cuore del centro storico di Forlì festeggiando le mamme a sostegno della ricerca contro il cancro e dello IOR: alla partenza atleti, amatori e tante famiglie desiderose di potersi finalmente ritrovare insieme, in leggerezza ed allegria, per fare attività sportiva insieme, al proprio ritmo, sul circuito che poche ore dopo vedrà sfrecciare atleti e professionisti.

“Viva la Mamma!” è la podistica di 5 km che si svolgerà a Forlì l’8 maggio per offrire alle famiglie, agli atleti ed agli amatori la possibilità di celebrare la festa della mamma in leggerezza, all’aperto, godendo di un centro storico bellissimo e facendo movimento insieme.

Una gara non competitiva, un percorso a bastone andata e ritorno senza cronometro e classifica che premierà con prodotti alimentari di eccellenza ad estrazione 20 persone fra quelle che avranno tagliato il traguardo: in questo tipo di manifestazione gli atleti possono scegliere se affrontare il percorso con un ritmo a piacimento oppure a passo di marcia o, se non allenati in modo adeguato, camminando.

“L’idea” racconta Letizia Balestra, presidente della ASD Sport Cultura “è nata proprio per offrire a tutti la possibilità di fare movimento insieme, in famiglia, all’aperto e di farlo in un contesto cittadino speciale, una parte del percorso del Duathlon Città di Forlì (gara del campionato regionale di Duathlon Sprint assoluti e Age Group nel cuore della Romagna) che si svolgerà poche ore dopo”

Non solo quindi l’emozione della partenza e dell’arrivo in Piazza Saffi con giro di boa a Porta Schiavoni, attraversando quindi il centro storico di Forlì e potendolo vivere appieno, chiuso al traffico ed in sicurezza, ma anche la consapevolezza di fare del bene sia a sé stessi, grazie all’ attività fisica all’aria aperta, che ad una causa benefica di grande rilievo.

Il ricavato della gara infatti verrà devoluto all’ Istituto Oncologico Romagnolo (IOR): le iscrizioni possono essere fatte online con un contributo di € 3 o direttamente alla partenza per € 5. Una piccola quota di iscrizione che può significare tanto per chi aiuta i pazienti oncologici e che, nel giorno della festa della mamma, assume anche un valore simbolico di sostegno alla ricerca al femminile e di desiderio di incentivare uno stile di vita sano che, soprattutto dopo la pandemia, inviti a stare insieme, all’aperto e svolgendo attività fisica commisurata al proprio grado di allenamento.

Non mancheranno alla partenza gli atleti che si mischieranno alle famiglie per questi 5 km nel cuore della Romagna. Viva la mamma dunque per un 8 maggio che le veda prendersi davvero cura di sé stesse insieme alle loro famiglie, agli amici ed agli affetti più cari.

Più informazioni su