Quantcast

Link Sponsorizzato

Aquaplaning, 5 consigli su come evitarlo e guidare in sicurezza

L’ aquaplaning è una situazione in cui l’automobile si trova a “galleggiare” sulla superficie del manto stradale a causa di uno strato d’acqua. Vediamo insieme alcuni consigli su come evitare questa situazione pericolosa.

Nei mesi presenti nelle stagioni autunnali e invernali, l’incremento delle precipitazioni tendono a causare molti incidenti per aquaplaning. Questo fenomeno, ha origine quando i pneumatici della vettura si sollevano dal fondo stradale a causa della quantità eccessiva di acqua e di una velocità di guida eccessiva. La perdita del controllo da parte di chi guida l’auto, può provocare la fuori uscita di strada o cosa più pericolosa un incidente automobilistico.

Grazie all’apporto di oponeo.it, uno dei maggiori negozi online di vendita pneumatici invernali e quattro stagioni, abbiamo redatto una serie di consigli e suggerimenti da tenere quando si guida sotto la pioggia o il manto stradale non è in ottime condizioni. Seguendoli, si possono evitare situazioni pericolose che mettono in pericolo la propria persona e quella degli altri automobilisti.

Guidare con maggiore attenzione

Un peggioramento delle condizioni del manto stradale, vuoi per pioggia vuoi per la presenza di fanghiglia, devono far scattare un campanello di allarme nella mente dell’autista che si trova alla guida del proprio mezzo. In caso di guida su manto stradale bagnato, è bene porre maggiore attenzione alla presenza di ostacoli, oggetti o buche nella strada. L’acquaplaning non è una situazione che si presenta solo per chi guida la propria autovettura ad alta velocità, ma si può verificare anche dopo la perdita di trazione a causa di una buca o di una pozzanghera particolarmente profonda.

Quando si guida in condizioni meteorologiche avverse, è buona norma tenere le luci dei fari sempre accese, ridurre la velocità con cui si sta conducendo l’automobile e incrementare la distanza di sicurezza dalle vetture che ci precedono. Grazie a queste precauzioni, si ha il tempo necessario di arrestare il veicolo che si guida in tutta sicurezza.

Come si genera l’acquaplaning

L’aquaplaning, è una condizione che si crea come conseguenza di una serie di azioni da parte dei guidatori. Quando un autista guida su un fondo stradale bagnato ad alta velocità, l’acqua diminuisce l’aderenza dei pneumatici e li solleva dal fondo stradale.

Per ridurre al minimo la possibilità che si crei questa situazione, è importante verificare sia la pressione che la profondità dei pneumatici. Queste due caratteristiche sono molto importanti, se si vuole evitare di guidare in una situazione non ottimale. Quando la profondità del battistrada ha una profondità inferiore ai 3 mm si ha una considerevole riduzione dell’aderenza.

Quando la propria vettura incappa nell’aquaplaning, la cosa più importante da fare è mantenere l’autocontrollo e non perdere la concentrazione. Bisogna mantenere le mani ben salde sul volante e non eseguire frenate brusche. Manovre brusche, possono provocare un aumento dell’aquaplaning e dare il via a una situazione di pericolo per la propria persona e gli altri autisti.

Guidare un’automobile è un’azione molto semplice, ma se si vuole farlo in tutta sicurezza è bene seguire alcune precauzioni. Rispettare il limite di velocità, verificare lo stato di usura delle proprie gomme e la loro pressione sono sicuramente i più importanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di ForlìNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.